LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Quegli affreschi a pezzi sotto i marmi di SantAgnese
LUANA SILIGHINI
la Repubblica (Roma) 25/06/2008

Su santAgnese in agone, la chiesa borrominiana di piazza Navona, di leggende, pi o meno fantasiose, se ne raccontano tante. Quel che certo, da quattro anni a questa parte, il complesso monumentale, messo in tiro dallattuale rettore, don Gianni Todescato, stato restituito alla citt: aperto al pubblico tutti i giorni con funzioni religiose, concerti (nella sagrestia del Borromini che appena stata rimessa in ordine) e attivit culturali.
Ma don Gianni, dopo aver finanziato, "grazie ad amici e stimatori", il restauro dellinterno e dei tanti gioielli barocchi che erano nascosti dentro, ancora non soddisfatto e sbotta: "da quando sono arrivato qui, ho recuperato le cappelle laterali, i quattro evangelisti che si trovano nella cappella della sacra testa, la cappella di Santa Francesca Romana dove c lantico battistero in cui stata battezzata la santa, le balaustre, che erano state buttate via, i confessionali del 600."
Ma anche il pavimento, che era disastrato ed stato rimesso a nuovo, il portone centrale con le chiusure del 600, la cupola di Ciro Ferri, diverse opere dipinte e scultoree tra cui laffresco di Francesco Cozza, "SantAgnese in gloria", le campane pi vecchie di Roma, che provenivano dalla cattedrale di Montalto di Castro, e il grande organo settecentesco. "Per i turisti, i fedeli e soprattutto, i tanti accademici e studiosi, provenienti da tutto il mondo continua don Gianni - mi chiedono di poter visitare i sotterranei della chiesa".
Ricavati da un antico oratorio medioevale. Ma inaccessibili, troppo rischioso scendere al buio sui gradini sbeccati: ci ha dovuto mettere davanti una panca di radica (del 600) a sbarrare laccesso alla scala. Non una qualunque: conduce allo stadio Domiziano, al livello di quellarena che i romani usavano per i giochi, "proprio sotto la chiesa sorge il seggio imperiale".
E affreschi divorati dallumidit che cadono a pezzi, finestre senza vetri e griglie divelte, lampade portatili e cavi elettrici volanti (limpianto tutto da rifare). C un progetto da parte delle Belle Arti per creare un camminamento su tutto il circuito sotterraneo al complesso monumentale e allo spazio dove sorgeva lo stadio agonale (era lungo duecentosettantacinque metri, largo centosei metri e ospitava ben trentaseimila posti a sedere). "Ma il mio auspicio, intanto afferma don Gianni " che parta il piano di recupero di uno degli spaccati archeologici pi importanti della citt: qui sotto ci sono due cappelle antichissime, le tombe di Innocenzo X, dei Doria Pamphili, e una santa del casato Pamphili". E lultima opera di Alessandro Algardi, il rilievo marmoreo che ritrae il miracolo dei capelli di santAgnese, (proprio davanti al luogo dove, secondo la tradizione, sarebbe avvenuto il martirio della giovane nobile). Tutto in uno stato spaventoso. Lacqua sta divorando i mosaici e sui dipinti medioevali basta passarci un dito sopra e cade tutto il colore. "Una speranza viene da un prossimo, auspicato intervento dellIstituto centrale del restauro conclude Don Gianni e dalle fontane del Bernini: da mesi sono coperte e reclamatissime dai turisti e dai romani".



news

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

12-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 12 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news