LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Gli ecomostri? Dobbiamo tenerceli
MARIO LANCISI
LUNED, 23 GIUGNO 2008 il tirreno - Toscana


Legambiente accusa il governo: ha cancellato i soldi per abbatterli



La denuncia di Baronti e Realacci: cos c il rischio di darla vinta ai pirati del mattone


FIRENZE. Il governo Berlusconi ha cancellato i soldi destinati ai Comuni per abbattere gli ecomostri. Ce li dovremo tenere con grande soddisfazione dei proprietari. Almeno questa laccusa di Legambiente toscana che oggi a Firenze, presente Ermete Realacci, far il punto sulle costruzioni che dovranno essere demolite. Verr presentato un dossier con nome, localit e foto di otto ecomostri toscani. Di sicuro nellelenco ci saranno lo Spalmatoio dellisola di Giannutri e il centro commerciale di Procchio. Lecomostro di Giannutri una lunga fila di fatiscenti immobili in cemento armato per circa 11mila metri cubi, che fa bella mostra di s da oltre dieci anni nellinsenatura dello Spalmatoio a Giannutri, isola che fa parte del Parco nazionale dellArcipelago Toscano. Mentre il Centro servizi di Procchio (Marciana Marina) stato oggetto di uninchiesta giudiziaria. Un anno fa Legambiente su questi e su altri ecomostri toscani present un dossier allallora ministro dei Beni culturali Francesco Rutelli. Che decise di stanziare nella Finanziaria 2008 un fondo per erogare soldi ai Comuni intenzionati ad abbattere i loro ecomostri. Ora questo fondo il nuovo governo ha deciso di usarlo per far fronte ai soldi necessari al taglio dellIci, polemizza Piero Baronti, presidente regionale di Legambiente.
Baronti non ci sta: Per situazioni di abusivismo come quelli che da anni stiamo denuciando bisogna prevedere subito labbattimento in modo che i pirati del mattone non labbiano vinta. Per questo chiediamo al governo di ripristinare questi soldi. E uno scandalo che non venga fatta pagare lIci a proprietari di immobili di lusso e si favorisca di fatto labusivismo edilizio.
Il presidente regionale di Legambiente boccia la politica ambientale del governo. A giudizio di Baronti il provvedimento sullIci stato nefasto per lambiente perch ha tolto soldi ad una serie di misure ambientali. Ad esempio sono stati bloccati 77 milioni per potenziare il trasporto delle merci via mare: Un brutto colpo per la Toscana che, anche sullimpulso del presidente Ciampi, ha sempre creduto nel futuro del cabotaggio, osserva Baronti.
Altri soldi cancellati per dirottarli a copertura del taglio dellIci sono i 113 milioni destinati al trasporto pubblico locale e i 36 milioni per i sistemi di trasporti urbani (tramvie e metropolitane). Per la Toscana un altro pugno nello stomaco perch questi fondi, previsti dalla Finanziaria Prodi, sarebbero serviti per le linee ferroviarie minori come la Grosseto-Siena, la Lucca-Aulla e la Porrettana - spiega Baronti - Sono stati tolti i soldi per le isole minori e per lammodernamento della rete idrica. E, anche in questo caso, la Toscana colpita perch da noi la rete che porta lacqua ne perde anche il 30-40 per cento. Si taglia lIci, ma si tagliano anche i soldi per lambiente. Un gran brutto segnale.



news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news