LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA: precariato universitario. Seimila euro allanno per un precario .
Carlo Venturini
15 GIUGNO 2008, IL TIRRENO


Facciamo le stesse cose degli ordinari ma ci pagano 10 volte meno





Il precariato universitario in una cifra: 6000 euro. Tanto percepisce al mese un ordinario a fine carriera mentre un docente a contratto 35enne, ne percepisce sempre 6000 ma allanno. Al mese, il professore non strutturato ma che svolge mansioni identiche a quelle del collega, prende poco pi di 600 euro e lanno dopo non si sa che fine far. E un precario, stop, e quindi oggi c, domani non pi. Questa la fascia pi precaria della ricerca e della docenza allateneo non solo di Pisa ma di tutta Italia. Ci sono venuti a trovare in redazione un drappello di assegnisti, con tanto di buste paga.
Noi abbiamo scaricato dal sito dellUniversit, gli stipendi lordi dei docenti e i costi per lateneo, e questa la situazione.
Anzianit e meritocrazia Il ministro Brunetta - dicono i precari universitari - dovrebbe iniziare a inserire la meritocrazia allinterno del corpo docente che continua ad avanzare di stipendio solo ed esclusivamente grazie a scatti di anzianit ogni due anni. Abbiamo controllato i livelli salariali lordi ed i costi per luniversit dei professori ordinari a tempo pieno.
La progressione di stipendio evidente. Se il prof di fresca nomina va a percepire 3500 euro netti in busta paga calcolato in base al costo annuo lordo per lamministrazione universitaria di 75.800 euro, a fine carriera il costo per luniversit tocca la cifra di 186.474 euro annui. Non stiamo a sindacare - dicono i precari - se questi soldi siano tanti o pochi ma la cosa che impressiona che questo sostanzioso incremento di busta paga, arriva quasi ed esclusivamente per scatti di anzianit. Come dire, una volta entrati, basta lasciarsi condurre che lo stipendio sale e di molto.
Il prof a contratto il pi precario dei precari. E lo dicono gli assegnisti che si autodefiniscono come dei privilegiati perch prendono la cifra di 1234 euro netti al mese. Ma Com possibile che un prof a contratto prenda circa 600 euro al mese e quindi poco pi di 6000 euro allanno? La riforma Berlinguer - ci spiegano i precari - ha ampliato lofferta didattica, i corsi, i master, le materie di insegnamento e quindi per far fronte a questo stato di cose, le universit hanno reclutato professionisti vestiti, per loccasione, da docenti universitari. Il problema - dicono - che poi gradualmente gli atenei invece di usare professionisti, persone con altri lavori, hanno cominciato ad usare a piene mani dottorandi o dottori di ricerca.
Sapere quanti sono questi professori a contratto praticamente impossibile perch il numero varia di anno in anno ma le loro mansioni sono del tutto similari a quelle dei docenti ordinari.
Assegnisti di ricerca Hanno 35 anni e ricevono un assegno di ricerca pari a 1234 euro netti al mese per circa 4 anni. La busta paga che ci mostrano rivela unaliquota imponibile pari all8% in cui compresa la quota sia previdenziale che assitenziale. Di pensione dunque neppure lombra visto che il totale contributivo di poco pi di 100 euro mensili. Beh - spiegano gli assegnisti - siamo sicuramente quelli messi meglio tra i precari ma a regola noi dovremmo fare solo ricerca. Punto e basta. In realt svolgiamo anche attivit didattica.
La soluzione prospettata Allinterno dellateneo esistono varie tipologie di precariato. Le elenchiamo tutte: assegnisti, borsisti, contratti co.co.pro e docenti a contratto. Tutte queste figure di precariato - dicono i ricercatoridevono essere azzerate e sostituite dalla figura del ricercatore a tempo determinato di tre anni. Ci deve comportare anche di avere tutti i diritti del ricercatore strutturato. Scaduti i tre anni di contratto necessario procedere allindizione di un concorso per la stabilizzazione di questa figura professionale. Questo consentirebbe di programmare il nostro futuro. Dopo tre anni, o dentro o fuori dallUniversit.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news