LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La SCOMMESSA DI SALUZZO : un bene da rilanciare
PIER PAOLO LUCIANO
SABATO, 14 GIUGNO 2008 LA REPUBBLICA - Torino



Il sindaco Allemano: "Il primo obiettivo cancellare lidentificazione del castello con il suo ultimo utilizzo: una casa circondariale"

Costruito nel 1270, il maniero fa parte di un circuito di castelli che comprende Manta, Revello e Lagnasco e labbazia di Staffarda

"Abbiamo pensato al personaggio del Boccaccio per raccontare un tema come la passione rappresentato in Europa in infinite versioni"

Il Comune vuole puntare sul filone dellamor cortese prendendo spunto dalla protagonista dellultima novella del Decamerone per attrarre nel Marchesato i turisti delle terre dei Savoia





Saluzzo si affida al Boccaccio per raccontare un altro pezzo di storia nelle terre dei Savoia. S, perch vanno bene la reggia di Venaria e il castello di Racconigi, la Villa della Regina e Palazzo Madama, la palazzina di caccia di Stupinigi e Palazzo Carignano, ma c un pezzo di Piemonte che merita uno spazio negli itinerari turistici del Piemonte. Una storia che mette radici quando ancora i Savoia non erano i reali del Piemonte e che ha in Saluzzo il centro di una galassia attorno alla quale ruotano monumenti come lAbbazia di Staffarda e i castelli di Manta, Revello e Lagnasco, senza dimenticare il patrimonio paesaggistico e architettonico spesso sconosciuto delle valli Po, Maira e Varaita. Ma che centra il Boccaccio in tutto questo? Lo spunto nella centesima novella del Decamerone, quella finale, dove si racconta di Griselda, donna plebea, mite e forte, che affronta le crudeli e inspiegabili vessazioni del marito, il marchese Gualtieri, signore di Saluzzo. Il sindaco e i suoi collaboratori pensano a Griselda come personaggio chiave per raccontare un tema come lamor cortese, portato in tutta Europa da infinite versioni della novella del Boccaccio, a cominciare da quella in latino del Petrarca, e ripreso come mito in tutte le espressioni artistiche immaginabili.
Il palcoscenico gi deciso: il terzo piano della Castiglia, il monumento simbolo della citt che grazie a un intervento di restauro nel quale sono stati investiti otto milioni di euro tornato allantico splendore. Un passo quasi obbligato per un monumento che nella sua penultima vita stato un carcere spiega il sindaco Paolo Allemano -. Il nostro primo obiettivo proprio questo: sfatarne lidentificazione come luogo di reclusione anche se poi nei sotterranei abbiamo conservato alcune celle, come testimonianza di un passato comunque da non cancellare.
La Castiglia fu costruita dal marchese Tomaso I nel 1270 sulla collina che circonda la cittadina. Ma ad abbellirla e arricchirla di nuovi elementi architettonici come il torrione fu il marchese Ludovico II, signore di Saluzzo nellepoca doro del marchesato, il 1492, in occasione del matrimonio con Margherita de Foix. Poi, nel 1800, la Castiglia fu trasformata in una prigione e tale rimase la sua funzione fino al 1992, anno di chiusura. Da allora Saluzzo si pi volte domandata come poter sfruttare quellimponente edificio che si pu raggiungere a piedi dal centro citt attraverso uninteressante camminata sullantico acciottolato che nel suo dispiegarsi pu toccare angoli suggestivi come Porta Vacca, i "Porti scur", Casa Cavassa, la chiesa di San Giovanni.
Abbiamo davvero un patrimonio architettonico di primordine insiste il sindaco -: ma per valorizzarlo era ed indispensabile lanciare la Castiglia. I primi passi li abbiamo gi mossi: per esempio abbiamo dedicato il primo piano alle mostre, in atto "Commissari di carta" che sta riscuotendo un buon successo e che si concluder a fine mese. Adesso parte "Manufatto", mostra sul design e a ottobre "Energie sottili della materia", dedicata allarte contemporanea. Il secondo piano sar sede di archivio storico, a segnare una continuit fisica tra la storia del marchesato, cominciata intorno allanno mille, e la storia municipale. Poi abbiamo pensato a un ristorante con vista su Saluzzo. Ma perch tutto questo decolli, serve unidea: ne ho parlato anche con la presidente Bresso e lassessore regionale alla Cultura Oliva che si sono detti interessati a questo progetto su Griselda e lamor cortese. Uno spunto per convincere i turisti che vengono a Torino per vedere la Venaria o gli altri gioielli di Casa Savoia a fare meno di cinquanta chilometri di auto per scoprire quel che cera prima dei Savoia. Saluzzo, ma non solo: in un paio di giorni si possono visitare anche i castelli di Manta, restaurato dal Fai, di Revello e di Lagnasco e labbazia di Staffarda>.
Il primo progetto per lautunno. Un convegno su "Griselda e lamor cortese" che faccia da apriprista per il 2009, lanno in cui al terzo piano della Castiglia dovrebbe venire allestita la mostra permanente sul personaggio del Decamerone e il tema che la sua storia suggerisce. Ma da soli non possiamo farcela conclude Valerio DellAnna vicesindaco e assessore alla Cultura -. Ecco perch chiediamo laiuto degli altri enti locali, a cominciare dalla Regione e delle fondazioni bancarie. Altrimenti il sogno di una nuova vita per la Castiglia svanir, chiudendo per sempre le pagine su un capitolo di storia che merita di essere raccontato. Anche nelle terre dei Savoia.



news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news