LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - Brambilla: turismo, hotel e caos delle stelle Stop alle Regioni, serve una strategia centrale
Trovato Isidoro
(9 giugno 2008) - Corriere della Sera

Rilancio La sottosegretaria: faremo accordi con Paesi strategici come Cina, Corea e India


Se un albergo a 5 stelle presenta caratteristiche diverse a seconda che si trovi in Sicilia o in Emilia, se lo standard qualitativo di un hotel non viene mai controllato, se ogni regione italiana libera di legiferare in modo autonomo facendo ricorso a una legge quadro del 1983, forse si spiega meglio la difficolt del nostro movimento turistico rispetto ai concorrenti europei e mondiali. Sull' argomento ha scelto di intervenire anche Michela Vittoria Brambilla, sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega al turismo. L' inchiesta del Corriere di ieri - dice Brambilla - pone giustamente sotto i riflettori uno dei problemi dell' industria italiana del turismo. E uso il termine industria non a caso: questo un settore che ha un fatturato da 150 miliardi di euro, vale l' 11% del Pil e occupa 2 milioni e mezzo di persone. Un settore che in una fase di crisi economica come quella attuale potrebbe risultare vitale per le sorti del nostro sistema. E invece la macchina del turismo italiano mantiene un' andatura costante ma non corre. In tanti cominciano a superarci. E' vero. Negli ultimi 15 anni gli arrivi per turismo in Italia sono cresciuti del 36%. Sembrerebbe una buona cifra ma non regge il confronto con la Spagna che cresce del 63% o con la Gran Bretagna che sale del 66%. Senza parlare del +323% della Turchia e del 346% della Cina. Quali i fattori che rallentano la crescita italiana? Malgrado gli sforzi, la promozione turistica effettuata finora dalle Regioni risultata disarticolata. Manca una politica di coordinamento centrale (come c' in Spagna) indispensabile soprattutto per affrontare i grandi mercati stranieri. Il paradosso che la nostra industria segna il passo non per mancanza del prodotto (l' Unesco ci mantiene in cima al mondo per patrimonio artistico e culturale) ma perch non siamo capaci di vendere i nostri prodotti. Bisogna trasformare il turismo in un' industria dell' ospitalit. I primi provvedimenti in agenda per avviare il cambiamento? Innanzitutto ho intenzione di operare una sintesi tra i moltissimi enti esistenti in campo turistico creando un centro di coordinamento nazionale che dia coerenza a tutto il settore. Ho gi creato un' unit di missione che si occupi del rilancio dell' immagine dell' Italia nel mondo. Poi serve un' integrazione delle politiche di sviluppo turistico con quelle per le infrastrutture, la logistica e i beni culturali. Infine favorire e incentivare accordi turistici tra grandi tour operator e Paesi molto strategici come Cina, Corea, India. E gli standard qualitativi dei alberghi? Avvieremo un politica di sostegno all' innalzamento della qualit del servizio, puntando anche al miglioramento della formazione professionale degli operatori. Si attende resistenze da parte delle Regioni? Non ho ambizioni prevaricatrici ma bisogna fare il punto per capire in che modo sciogliere i nodi del settore. Vado serena al confronto con le Regioni perch so che abbiamo lo stesso obiettivo: restituire competitivit al turismo italiano.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news