LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - Giganti dellacqua che stanno male come un tir in una villa settecentesca
VITTORIO COLLETTI
GIOVED, 12 GIUGNO 2008 - LA REPUBBLICA - Genova

Quegli yacht di troppo nel porto di Oneglia

Il ministro Scajola rifletta: lo spettacolo della ricchezza ostentata di fronte alle barche dei pescatori, che non interessa pi ad alcuno



Primo, in un ambiente architettonico e naturale di piccole dimensioni, grosse imbarcazioni, tutte metallo e cromature, stanno male, come starebbe male un tir, specie se truccato da formula uno, nel giardino di una villa settecentesca; secondo, collocare in un contesto di pregio storico, in un ambiente umano familiare (il porto di Oneglia uno dei porti storici meglio conservati del Tirreno) congegni ultramoderni e freddi, vistosi, tutti luminarie e macchinismi, non precisamente il massimo. Se si pensa che la Sovrintendenza ha bloccato la pur necessaria tinteggiatura degli antichi portici che chiudono il porto, perch il colore non stato giudicato conforme alla vicenda architettonica del posto, non si capisce come vi si possano collocare stabilmente installazioni assai meno in sintonia, per forma, colore, ingombro. Claudio Scajola, per, potrebbe ribattere che lo sa benissimo. Ma che si compiace dei grandi yacht parcheggiati per la gente, che, infatti, accorre soddisfatta ad assistere allo spettacolo quotidiano della vita dei fortunati marinai, che, ovviamente, si svolge quasi tutta allaperto, dove mangiano, lavano i panni, guardano la televisione, lavano le moto al seguito, sentono la radio a tutto volume ecc. Pur di godere di uno spettacolo del genere, ancor meglio visibile dalle finestre e dalla terrazze delle vecchie case circostanti, davanti alle quali come se avessero costruito degli enormi appartamenti senza rispettare le distanze, si potr pur pagare un prezzo al buon gusto e alla buona creanza. Certo, le grandi barche immettono ogni giorno nel piccolo specchio di mare del porto i dorati scarichi delle loro acque nere e bianche; e, per far funzionare i complicati congegni di bordo, tengono sempre acceso il motore con generosa distribuzione dei loro miasmi a tutta la comunit circostante: ma che importa? E se, per maggiore comodit dei proprietari e degli addetti a questi suv dei mari, stato loro riservato un intero parcheggio sottratto al pubblico ed stato consentito laccesso automobilistico alla calata del porto, fino a ieri completamente pedonalizzata, che sar mai? Lo spettacolo della ricchezza impagabile, specie quando offerto a gente sempre pi povera, come i pescatori dei pescherecci, fermi per protesta da giorni per il caro gasolio, come gridano dai loro patetici e disperati striscioni. Le loro sono barche vecchie, modeste, disordinate, ma perfette in questambiente a cui misura sono nate e sono sempre vissute. Ora sono stipate in un angolo, messe in imbarazzanti strette dallarrivo dei nuovi sontuosi padroni del porto. Di loro non importa niente a nessuno e si aspetta solo che vadano in disarmo in modo da liberare altri ormeggi per altri yacht, che non temono il costo dei carburanti e si lasciano ammirare gratuitamente.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news