LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - MUSEI Piazza Satta, la Provincia ci ripensa
L'Unione Sarda 11/06/2008

Il progetto per lampliamento del Man in piazza Satta va adeguato allo spirito architettonico originario studiato da Costantino Nivola. il senso della mozione approvata con solo voto contrario ieri mattina in Consiglio provinciale, proposta dal socialista Gianni Poggiu e che, sottoposta nellarco della mattinata ad una profonda revisione, afferma in conclusione: Si d mandato al presidente e alla giunta affinch dispongano perch si trovino tutti gli opportuni correttivi al progetto, nel rispetto dello spirito originario della piazza cos come concepito dallartista. Un pronunciamento finalmente chiaro, ancorch generico, sul progetto che tanto sta facendo discutere in Sardegna, ma non solo. stata comunque una decisione sofferta (con problemi tutti interni alla maggioranza), avvenuta poco prima delle 15 al termine di una seduta- fiume. Nella premessa la mozione afferma: La rinnovata consapevolezza di possedere un bene architettonico di elevata valenza artistica come piazza Satta e quella di essere parte integrante di un progetto museale di rilevanza internazionale, sono componenti che danno lustro e prestigio non solo al capoluogo, ma allintero territorio. Qualsiasi intervento strutturale che interessi i beni di cui sopra coinvolge una serie di esigenze, peculiarit, caratteristiche e sentimenti che devono essere tenuti tutti nella medesima considerazione. Facciamo proprie le esigenze dellampliamento del museo Man, ma nel rispetto delle suddette considerazioni di ordine architettonico, etnico, sociale e, naturalmente, artistico, ma c da considerare il fatto che nella comunit scientifica, tra gli organi di informazione e nellopinione pubblica alcuni interventi contenuti nel progetto in esame, quali la modifica della facciata prospiciente la piazza Satta, hanno determinato un vasto contrasto sul paventato rischio del venir meno dello spirito originario dellopera di Nivola . In apertura di seduta Gianni Poggiu aveva illustrato la mozione originaria, ben pi categorica di quella approvata nel difendere lintoccabilit della piazza di Nivola. Una posizione analoga a quella del consigliere di Rifondazione comunista Tonirosa Brotzu. stata necessaria oltre unora di riunione di capigruppo per mettere a punto un testo fortemente edulcorato, che tuttavia, poco prima delle 14, stato sottoposto ad unulteriore revisione prima di essere definitivamente approvato dal Consiglio. Difficile ipotizzare cosa accadr adesso, dato che la Provincia il committente del progetto dellampliamento del Man. Presidente Deriu e giunta potrebbero per decidere di incontrare i progettisti per valutare insieme a loro la fattibilit di una rivisitazione del piano. Ma c da considerare che ogni modifica dovr poi essere proposta al Comune, che dovr dire lultima parola sul progetto. Lassessore allurbanistica Paolo Cottu ha chiarito che il Comune non si pronuncer fino a quando la Provincia non fornir tutta la documentazione richiesta. Ieri il Consiglio ha anche discusso e approvato alcune variazioni al piano triennale delle opere pubbliche, con numerosi interventi che riguardano quasi esclusivamente strade e scuole. Sulla proposta si registrato il clamoroso dissenso del consigliere del PsdAz Alessandro Siotto, perch non stata finanziata la messa in sicurezza della Marreri-Orune.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news