LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA --URBANISTICA: Bloccato un intervento in un immobile storico di corso Garibaldi
08-06-08, 09 IL TIRRENO - LUCCA


Ricorso al Tar contro il veto al recupero

LUCCA. Per due volte ci ha provato la Sovrintendenza a bloccare il progetto. Ora la questione, per, passata al Tar. I proprietari di un immobile storico in corso Garibaldi non hanno gradito lo stop delle Belle arti al progetto di realizzare tre piani di appartamenti allinterno di unex officina, di un ex garage realizzato al posto di un giardino a corredo di un edificio cinquecentesco.
La vicenda viene segnalata dallarchitetto della Sovrintendenza, Glauco Borella, al convegno di Italia nostra sullo sviluppo della citt e, quindi, anche del centro storico:
La vicenda presto spiegata. Gi anni fa al posto del giardino cinquecentesco venne autorizzata la realizzazione di un manufatto, una sorta di garage, con con tanto di tetto a volta. Una volta esaurita questa funzione, la propriet ha presentato un progetto per utilizzare tutto il volume per costruire appartamenti. Il progetto stato bocciato due volte e ora la questione pendente davanti al Tar. A nostro avviso, infatti, una volta cessata la funzione delledificio, la propriet avrebbe dovuto recuperare, almeno in parte, il giardino. Il che non significa che non avrebbe dovuto pensare di sfruttare una parte del volume, ma ci sembra inaccettabile realizzare un edificio a pi piani.
Un intervento del genere, insomma, snaturerebbe il rapporto di pieni e vuoti tipico anche del centro storico che negli ultimi 25 anni ha perso la sua identit storica, quella che la rendeva diversa dalle altre. Non c stata alcuna tutela delle licenze storiche e personalmente ho visto chiudere, ad esempio, il carbonaio che era in via San Paolino almeno dal 1660, secondo quanto riportato dai documenti ritrovati; scomparsa la falegnameria che (tra San Frediano e il Real Collegio) che realizzava i mobili per la famiglia reale lucchese. In sostanza - osserva larchitetto Borella - Lucca una citt che stata colonizzata dalle grandi catene e piano piano diventata una citt morta che, a causa delle scelte operate negli ultimi 30 anni, sar difficile far resuscitare. Tanto pi - aggiunge larchitetto - se non si presta attenzione anche ai dettagli del centro. Prendiamo i cestini: la collocazione non viene mai stabilita con criterio e quindi ci sono zone dove abbondano e altre dove non si sa neppure dove buttare la carta. Per i cartelli stradali lo stesso. Nella Ztl non vengono installati i semplici segnali di divieto di accesso: ci sono cartelli grandi dove si specifica che il divieto non vale per gli autorizzati o per i mezzi di soccorso, come il camion dei vigili del fuoco o le ambulanze. Come se questi mezzi non sapessero di poter andare ovunque. In compenso, linquinamento visivo forte.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news