LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Poggiomarino: domenica i reperti in mostra per la prima volta. Fondazione per gestire il villaggio
FRANCESCO GRAVETTI
05/06/2008 IL MATTINO





Poggiomarino. Monili di bronzo, attrezzi di legno, suppellettili in ceramica: i reperti del villaggio protostorico della Longola, emerso nel 2000 durante i lavori per la costruzione del depuratore del fiume Sarno, saranno mostrati domenica, dalle 9,30 alle 13, nell'area espositiva che si trova accanto agli scavi. la prima volta che viene organizzata un'esposizione aperta a tutti dei tesori della Longola. Dell'allestimento, che beneficia del patrocinio del Comune di Poggiomarino, si occuperanno gli esponenti del gruppo archeologico Terramare 3000, a cui stata affidata la gestione del sito preistorico dalla Soprintendenza ai Beni archeologici di Pompei, l'associazione Amici del Sarno e i volontari della parrocchia Sant'Antonio di Poggiomarino. Quelli in visione, diverse centinaia di pezzi, saranno solo un campione rappresentativo dei tantissimi reperti rinvenuti in questi anni di scavi. In circa 7 ettari di terreno, gli archeologi hanno riportato alla luce oltre 500.000 reperti ceramici, 80.000 reperti faunistici, centinaia di reperti in legno, oltre 600 particolari di rilievi in bronzo, pasta vitrea, ambra, ferro, piombo, osso e corno lavorato. Sono le tracce, per molti studiosi inequivocabili, della presenza lungo il fiume Sarno di una popolazione denominata Sarrastri, dedita al commercio e alla navigazione e menzionata anche da Virgilio nell'Eneide. Un'area insediativa, con capanne e palafitte, che risale al VII secolo avanti Cristo e che sarebbe stata l'antesignana di Pompei poich, dopo il suo abbandono, la popolazione si sarebbe diretta verso l'area vesuviana. Per questo motivo gli scavi della Longola vengono considerati di altissimo valore dagli esperti del settore. Nel 2003 fu deciso di interrompere i lavori per il depuratore del Sarno per fare spazio ai saggi di scavo, che sono proseguiti fino alla fine del 2007. Da gennaio scorso gli scavi sono terminati e pure i lavori di manutenzione sono fermi. Della Longola si occupano solo i volontari di Terramare 3000, cittadini non solo di Poggiomarino, ma anche di Striano (il sito si trova ai confini tra i due Comuni), Sarno, San Valentino, Palma Campania, Terzigno. Il gruppo archeologico ha da tempo presentato un progetto che comprende la realizzazione sul posto di auditorium, sala convegni, scuola e laboratori di restauro, sale espositive, ricostruzione virtuale di una capanna, area parcheggio e ristoro. La Soprintendenza e la Regione Campania hanno fatto sapere che i finanziamenti al progetto sono possibili solamente attraverso una Fondazione costituita allo scopo. Per questo motivo Terramare 3000 ha deciso di iniziare un percorso per la costituzione di una fondazione, almeno regionale. Intanto, per, il futuro di Longola resta incerto nonostante si tratti, come spiega Federico Cordella, architetto e storico del territorio di unoccasione importantissima per la Valle del Sarno e per tutta l'area vesuviana. Le istituzioni dovrebbero prendere serie iniziative di rilancio. Aggiunge Linda Solino, docente e rappresentante di Terramare: Longola un patrimonio di tutti e dovrebbe essere inserito all'interno di un piano di valorizzazione del nostro territorio. Noi ci auguriamo che anche il parco regionale del Sarno, il cui nuovo presidente stato nominato da poco, possa fare la sua parte, assieme ai Comuni interessati e alle altre istituzioni.




news

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

12-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 12 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news