LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Chi tutela la tutela!
Marcello Madau
Il manifesto Sardo - 1 Giugno 2008

Il nostro originario interrogativo di due mesi fa diventa da oggi un punto esclamativo. Alla disinvolta operazione di Francesco Rutelli del 28 febbraio scorso, crisi del governo Prodi ormai definita, segue lannullamento e unazione sulle nomine dei Soprintendenti gestita dal suo successore al Ministero dei Beni e delle Attivit Culturali, monsignor Sandro Bondi, sulla scorta del pronunciamento della Corte dei Conti.
Un risultato, nellennesimo sconquasso che attraversa irresponsabilmente il sistema tutela, appare peraltro positivo, la fine almeno apparente dellaccorpamento delle Soprintendenze a doppia provincia (Sassari e Nuoro, Cagliari e Oristano) della Sardegna, che da almeno un anno, sostenendo la denuncia di un nutrito gruppo di archeologi sardi, avevamo condannato.
Ormai non c ragione di stupirsi dello spoiling system nel sistema dei beni culturali: una volta considerato Ministero di serie B, destinato alle seconde e talora terze file della politica (chi ha almeno i miei anni ricorder con desolazione la Bono Parrino) e negletto, oggi invece ricoperto di considerazione: si potrebbe persino considerare un segno di salute la vigorosa attenzione che la nostra classe dirigente gli dedica, cresciuta anche perch il lavoro di generazioni di grandi uomini di cultura ha prodotto molto. Ma ora il mercato del tempo libero legato a cultura e ambiente diventato appetibile, e soprattutto il governo della tutela centrale per lo sviluppo controllato del territorio e quello dei fenomeni speculativi ad esso connessi.
In questo quadro la situazione sarda ha, nuovamente, una sua specialit, che pu persino servire da cartina di tornasole: la particolare importanza del controllo della gestione di un territorio che, allinterno del pi generale fenomeno di mercato prima sottolineato, davvero notevole e per molti versi unico. Questo spiega la durezza dello scontro sulla tutela delle coste, meritoriamente perseguita dal governo regionale e boccone prelibato tolto ai blocchi economici legati alla destra, la sacrosanta difesa di Tuvixeddu, ma anche (il ma-anchismo ormai un po sardo, stante lappartenza di Soru al PD), le nominations date per chiara fama a grandi architetti per occuparsi di pregevoli beni culturali e paesaggistici come Tuvixeddu (ieri Clement) o Monteponi (oggi Herzog ) sempre nello scenario peraltro interessantissimo di FestArch (mi ricorda la democrazia greca sotto i tiranni arcaici e la loro ricerca di grandi artisti per abbellire i luoghi e perpetuare la memoria di s).
E ancora, il silenzio della Regione sullaccorpamento delle Soprintendenze sarde, da noi pi volte letto come tentativo di avere una strada ancora pi facilitata per il passaggio di competenze nel governo dei beni culturali da associarsi alla poco opportuna gioia dei sassaresi quando la sede della Soprintendenza unica regionale per i beni archeologici, inizialmente stabilita a Cagliari, fu a febbraio spostata a Sassari. Tra di essi qualche archeologo della soprintendenza si persino lamentato sui giornali della poco incisiva risposta politica data in Sardegna, invitando a prendere in mano il proprio destino: non abbiamo capito se si tratta di unautocritica o di un invito a proseguire nel passaggio di competenze, verso un pi strutturato potere regionale. Certo, se oltre a noi del Manifesto Sardo e pochi altri la risposta dei soggetti che contano fosse stata pi incisiva, invece che fare la battaglia sulla dislocazione delle sedi, non avremmo avuto il pasticcio dellaccorpamento.
Che oggi, annullato da Bondi e cavalcato criticamente dallUGL, rappresenta lennesimo errore politico della sinistra (ma, essendo per definizione plurale, anche se non unita, non di tutte) e unulteriore dazio pagato ai dissennati errori politici di Francesco Rutelli e del Partito Democratico.
Intanto le vittime di tutto ci sono la rete di funzionari e lavoratori della tutela, e nellincertezza alla quale viene continuamente consegnata nel pi generale attacco alla rete pubblica della cultura la rete dei beni culturali e paesaggistici nazionali e regionali.



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news