LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - NAPOLI: restaurata la stazione ferroviaria di Montesanto
Notiziario Marketpress di Marted 03 Giugno 2008



PRESENTATA A NAPOLI LA STAZIONE FERROVIARIA DI MONTESANTO DELLA SEPSA COMPLETAMENTE RESTAURATA

Napoli, 3 giugno 2008 - Lassessore ai Trasporti della Regione Campania, Ennio Cascetta, il vice sindaco del Comune di Napoli, Sabatino Santangelo, lamministratore unico della Sepsa, Raffaello Bianco, ed il direttore generale di Eav (Ente Autonomo Volturno, holding regionale dei trasporti), Ciro Accetta, hanno presentato il 30 maggio la stazione ferroviaria di Montesanto, a Napoli - terminal delle linee Cumana e Circumflegrea, gestite dalla Sepsa - completamente restaurata dopo tre anni di lavori. Allincontro sono intervuti anche, tra gli altri, lassessore ai Trasporti della Provincia di Napoli, Mario Casillo, lassessore al Traffico del Comune di Napoli, Agostino Nuzzolo, il presidente della seconda municipalit, Alberto Patruno, il presidente della Commissione Trasporti del Consiglio regionale della Campania, Pasquale Sommese, e il progettista del restyling della stazione, larchitetto Silvio Dascia. Si tratta della trentaquattresima stazione del sistema di metropolitana regionale aperta al pubblico dal 2001, tra nuove e restaurate. Il progetto - rimasto fermo per ben 12 anni, ossia dal 1992 al 2004 per mancanza di fondi - stato poi finalmente riavviato dallAssessorato regionale ai Trasporti, che ne ha consentito prima il finanziamento con fondi propri e statali che le erano stati trasferiti, e poi il completamento in appena tre anni. Il progetto dellopera stato incentrato sul ripensamento dellantica stazione, la cui costruzione risale allOttocento, e dichiarata per questo monumento nazionale e quindi sottoposta a vincoli severissimi. I lavori sono consistiti nellammodernamento e potenziamento dellintera struttura, trasformata in un vero e proprio polo di attrazione, ossia non solo luogo moderno di interconnessione tra le diverse modalit di trasporto, ma anche di integrazione multifunzionale con la vita del quartiere e della citt stessa. Il fedele restauro stilistico dellantico corpo di fabbrica, realizzato nel 1882, ha consentito il ripristino della volumetria originaria con il portico centrale, il loggiato superiore, e i due torrini laterali. Le due stazioni di Sepsa e funicolare sono state integrate funzionalmente e fisicamente e sono stati separati i flussi di ingresso e di uscita attraverso un sistema di ascensori e scale mobili e una nuova segnaletica. La struttura stata poi arricchita con splendide strutture in acciaio e vetro, tra cui unampia hall e una copertura vetrata. Il percorso fotografico dei Campi Flegrei di Mimmo Jodice - Continuando la tradizione delle stazioni dellarte, sono state anche installate, sulle pareti laterali in vetro, una serie di splendide fotografie di Mimmo Jodice che raffigurano le varie tappe archeologiche e paesaggistiche del mitologico percorso ferroviario della linea Cumana attraverso i Campi Flegrei. Nel corso del restyling, inoltre, si proceduto allabbattimento delle barriere architettoniche preesistenti. La stazione presenta tutti gli standard pi moderni in fatto di sicurezza ed accoglienza del cliente: sono state installate, infatti, 162 telecamere a circuito chiuso e ascensori a servizio dei clienti diversamente abili, nonch percorsi per ipovedenti, impianti di diffusione sonora, impianti anti-incendio allavanguardia e un sistema di controllo degli accessi. Con linaugurazione della nuova stazione di Montesanto, cominceranno i lavori di allestimento della libreria Metroart Bookstore (Mab), ipertecnologica e con un apposito spazio eventi, che aprir i battenti il prossimo mese di settembre. Sono previste, inoltre, due edicole e due punti ristoro, di cui uno ospitato sulla terrazza panoramica della stazione. E poi in fase di realizzazione unuscita supplementare, posta alla testa delle banchine, che in futuro dar vita a un collegamento con la stazione della linea 2 della metropolitana di Napoli, completando cos linterscambio del sistema, che attualmente comprende Cumana, Circumflegrea e funicolare e in futuro anche la "bretella" di Monte Santangelo. Con la stazione di Montesanto si avvia poi un percorso - che sar gradualmente esteso - per la creazione di un sistema dettagliato e uniforme di informazioni agli utenti sullintera rete metropolitana urbana e regionale: in tutta la stazione sono stati infatti installati cartine, monitor informativi e segnaletica in grado di accompagnare e guidare i viaggiatori nella scelta dei treni e degli interscambi, facendoli familiarizzare con la grande rete integrata e dandogli la possibilit di utilizzare al meglio lintero sistema per spostarsi in tutta la regione. Come ormai consueto per le opere della metropolitana regionale, anche in questo caso, tutta larea circostante la stazione stata interessata da lavori di riqualificazione urbanistica. In particolare, in fase di realizzazione un collegamento attrezzato con scale mobili fra la stazione di Montesanto e lingresso inferiore del complesso conventuale della Ss. Trinit delle Monache, al corso Vittorio Emanuele. Linsieme degli interventi, durati 3 anni, sono stati effettuati senza interrompere il servizio ferroviario, al fine di evitare i disagi che sarebbero stati causati agli utenti con la sospensione delle corse. Si trattato, dunque, di lavori particolarmente complessi, in quanto realizzati in presenza di un traffico di ben 60. 000 viaggiatori e 200 treni al giorno, il che ha comportato la necessit di operare per fasi e per settori, creando ben 12 diverse configurazioni di stazione. Il tutto garantendo in ogni momento la sicurezza dei viaggiatori, del personale della Sepsa e degli altri frequentatori della stazione, oltre che ovviamente quella degli operai del cantiere. Complessivamente, lintervento ha richiesto limpiego di circa 400. 000 ore lavorative, delle quali 65. 000 svolte con turni di lavoro notturno. Le opere sono state realizzate dallAti (Associazione Temporanea dImpresa) Costruire Spa (mandataria) e Icg 2 Spa (mandante), su progettazione dellarchitetto Silvio Dascia. Il costo: 66 milioni circa di fondi statali trasferiti alla Regione Il costo complessivo dellopera stato di circa 66 milioni di euro, provenienti da fondi statali trasferiti alla Regione. .

http://www.marketpress.info/notiziario_det.php?art=67440


news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news