LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TORINO. Venaria: "Nulla da ripensare molto da inventare". Intervista ad Alberto Vanelli
Maurizio Lupo
La Stampa Torino 15/5/2008





Il direttore della Reggia di Venaria replica a Santagata che ha chiesto pi idee, manager ed eventi interattivi
Non c' nulla da ripensare alla Reggia di Venaria. Abbiamo fatto rinascere un luogo magico, che suscita il massimo coinvolgimento fra le sue architetture e i visitatori. Alcuni ci hanno scritto di essersi innamorati proprio qui. Le nostre telecamere ne hanno sorpresi altri mentre si baciavano, persino chi faceva l'amore di nascosto.
Cos, con una battuta scherzosa, Alberto Vanelli, direttore della residenza, replica agli articoli che in questi giorni hanno commentato il bilancio di visite nella dimora. L'hanno visitata 571 mila persone in oltre 7 mesi, su un milione annuo previsto nel primo triennio. La Stampa marted scorso l'ha giudicato un successino, un risultato decoroso, su cui lavorare. L'assenza di toni pi trionfali ha per sorpreso e dispiaciuto l'assessore regionale alla Cultura Gianni Oliva. Per di pi ieri si aggiunto Walter Santagata, uno dei massimi esperti in gestione economica dei beni culturali. Ha ricordato che per confermare l'interesse futuro su Venaria giunta l'ora della svolta. Non bastano i mattoni risanati. Ci vogliono idee, manager ed eventi interattivi, capaci di coinvolgere il pubblico.
Tanto ha spinto Vanelli a replicare, anche a nome di Oliva:
Noi, dall'assessore ai custodi, siamo fieri del nostro successino. Questa reggia, che era un rudere dimenticato nella provincia, ora un sito al quinto posto in Italia come visitatori. Dei 571 mila i soli 501 mila che l'hanno riscoperta dal 12 ottobre al 12 maggio scorso disegnano una proiezione che punta a 800-900 mila presenze l'anno. Se aggiungiamo i 150 mila visitatori del parco de La Mandria, raggiungiamo gli obiettivi.
Quindi il problema non esiste?
Semmai un altro. Il successo non si misura solo nella quantit. Sotto i numeri si pu rimanere schiacciati. L'invito a vivere una giornata di piacere a corte non va vanificato dai disagi di un eccesso di sovraffollamento.
A Santagata che cosa dite?
Che lo slogan "dopo i mattoni l'ora dei neuroni" l'ho inventato io. Venaria dal suo nascere ci che lui auspica, un luogo destinato alla produzione culturale, sempre collegato con i suoi servizi aggiuntivi. Il visitatore qui incontra musica, conversazione, arte e intrattenimento.
Santagata parlava di coinvolgimento interattivo? Dov' alla Reggia questa interattivit?
Per ora solo sperimentale. Il pubblico condivide lo spazio degli spettacoli. La gente che ne esce dice di aver provato un'emozione esistenziale. Sia chiaro, noi non vogliamo fare Disneyland.
Disneyland-Paris richiama 14,5 milioni di visitatori l'anno e offre lavoro a 13 mila persone, pi l'indotto di altre 58 mila. Venaria ora ne occupa 340. Quanti sono fra loro i manager invocati da Santagata?
Una decina di giovani professionisti, molto motivati. Si formano sul campo, dato che - com' noto - di scuole non ce ne sono.
Che cosa preparano?
Quest'anno inaugureremo il labirinto, dove i visitatori si potranno cimentare. Realizzeremo spazi per giochi antichi e moderni. Studiamo laboratori dove il pubblico potr produrre musica, video, spettacoli, oggetti artigianali, elaborare cibi dai prodotti coltivati nei giardini e negli orti. Al secondo piano della Reggia riproporremo anche il suo teatrino.
Quali le nuove mostre? Santagata suggerisce di non comperarle, ma di imparare a produrle. Mentre quella sui tesori di Alessandria d'Egitto sar importata fatta.
E' vero, ma necessario che Venaria abbia sia la capacit di produzione sia quella di scambio culturale.
E le altre mostre?
Non possiamo ancora dirle, stiamo elaborando il piano triennale 2009-2011. Si svolgeranno nella grande scuderia. Mentre la Citroniera, destinata al giardino d'inverno, s'ipotizza di proporla non solo come luogo di ammirazione, ma anche come centro di benessere, il pi vasto al mondo.
Cos Venaria non sar solo polo di storia e arte?
Vogliamo che diventi anche centro di villeggiatura. Potr offrire 300 posti letto. Altri saranno incentivati nei dintorni. Venerd a Roma presenteremo il bando per opere da 40 milioni. Trasformeranno in hotel la Villa dei Laghi a La Mandria. Realizzeranno un hotel nel Borgo Castello, il Centro del Paesaggio e finiranno i giardini della Reggia. S, non c' nulla da ripensare, ma molto ancora da inventare e lavorare.



news

24-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news