LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - Nascosti in un garage di Saluzzo i mobili trafugati a Stupinigi
(s.mart.)
MERCOLED, 07 MAGGIO 2008 LA REPUBBLICA - Torino



La rivelazione grazie a una polaroid fornita all"Arciere" dalla banda sinti autrice del furto



Sono stati custoditi per mesi in un garage a Saluzzo, in provincia di Cuneo, i preziosi mobili rubati alla Palazzina di Stupinigi. La conferma si avuta ieri, nel corso del processo in cui sono coinvolti alcuni dei sinti arrestati anche per il furto, grazie allanalisi di una fotografia polaroid che limputato Adriano De Colombi avrebbe scattato per trattare con il maresciallo capo dei carabinieri Riccardo Ravera (soprannominato Arciere) e con il sovrintendente Giuseppe Cavuoti.
Grazie allelaborazione dellimmagine effettuata da un perito del dipartimento di informatica dellUniversit di Torino, Nello Balossino, stato possibile contestare a De Colombi anche laccusa di estorsione: limputato aveva sempre sostenuto di avere avuto un ruolo di semplice intermediario nellinchiesta su Stupinigi. Il perito per riuscito a comparare lo sfondo e il pavimento del garage con quello che compariva nella fotografia: si trattava proprio dello stesso luogo. Per questo motivo i pm Enrico Arnaldi di Balme e Andrea Padalino hanno contestato formalmente ad Adriano De Colombi il reato in concorso con il carabiniere e con il sovrintendente che erano stati arrestati (e ora scarcerati) nelle scorse settimane.
Lanalisi della polaroid ha dunque permesso di sciogliere definitivamente uno degli ultimi dubbi sul furto del febbraio 2004 alla Palazzina di Caccia di Stupinigi. Gli inquirenti sospettavano che i ladri avessero stipato i pezzi in quel garage di Saluzzo, che era stato preso in affitto da un prestanome. La fotografia, che raffigurava alcuni dei mobili rubati, era stata presentata da Adriano De Colombi durante le trattative per permettere allOrdine Mauriziano (proprietario della Palazzina) di recuperare la refurtiva, ma limmagine sembrava a prima vista priva dei dettagli necessari per comprendere di quale luogo si trattasse. Il consulente Balossino, esaminando alcune macchie sullo sfondo, invece riuscito a dimostrare che limmagine fu realizzata nel garage di Saluzzo che la banda dei sinti usava come base logistica.
Secondo laccusa Arciere (difeso dallavvocato Loredana Gemelli) a seguito del furto di beni preziosi nella Palazzina di Stupinigi, avvenuto fra il 18 e il 19 febbraio 2004, informava Decolombi Adriano e Decolombi Daniele dellesistenza di una ricompensa per il recupero dei mobili, pari a 500 mila euro. Successivamente, nel corso della trattativa, redigeva unannotazione di servizio in cui attestava falsamente che una fonte confidenziale aveva riferito che per il ritrovamento della merce gli attuali possessori avevano chiesto la somma di 500 mila euro. In pratica avrebbe offerto lui i soldi ai ladri, sostenendo che invece gli erano stati chiesti. Per scoprire gli autori di quel furto "Arciere" aveva lavorato giorno e notte - aveva spiegato invece lavvocato difensore Loredana Gemelli - non ha intascato un euro e tutto quello che ha fatto laveva concordato con i suoi superiori. Il processo stato rinviato al 14 luglio: la lista dei testimoni da ascoltare prevede un elenco di 50 persone.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news