LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NORD-EST: Venezia Punta della Dogana, nuova anima dell'arte
Maria Teresa Secondi
01 maggio 2008, Il GAZZETTINO ONLINE


Un dibattito allAteneo Veneto


"La Francois Pinault Foundation e il Comune di Venezia apriranno il Centro d'Arte Contemporanea di Punta della Dogana nel giugno 2009". Questa la scritta sui teli grigio chiaro che ricoprono le strutture di Punta della Dogana con una pubblicit assolutamente discreta. Ma dietro quei teli cosa succede? Quale lo stato dell'arte dei lavori? E soprattutto sar rispettata l'architettura di Venezia? Queste le domande di un pubblico preoccupato per le sorti della propria citt. Ha risposto rassicurando tutti Monique Veaute, direttrice e amministratore delegato di Palazzo Grassi, nell'incontro organizzato dal Circolo di Cultura all'Ateneo Veneto. Suggestivo il titolo: "Una nuova anima per Punta della Dogana".

L'anima di Punta della Dogana sar l'arte contemporanea. Francois Pinault, ricchissimo uomo d'affari, appassionato collezionista, attualmente dedica la sua vita all'arte, ai rapporti con gli artisti, e ha un patrimonio di circa 2500 opere che vuole esporre. Dapprima aveva pensato di fondare un museo in Francia, ma difficolt burocratiche glielo hanno impedito. Ha preso in considerazione la proposta di Palazzo Grassi e stipulato il contratto con l'allora sindaco Costa. Il Sindaco Cacciari poi, nel riconfermare la concessione per trent'anni, gli ha proposto la Punta delle Dogana. E Pinault vi ha investito 20 milioni di euro. Il progetto stato affidato a Tadao Ando, architetto giapponese, il quale ha preso conoscenza della citt e accordi con la Soprintendenza . Esternamente, struttura, capriate e muri rimarranno com'erano, verr eliminato ci che nel tempo era stato aggiunto in modo non adeguato. Un'architettura non dirompente ma in armonia con il resto. Nemmeno necessari lavori per l'acqua alta.

Gli interventi interni saranno rispettosi degli spazi, le installazioni reversibili. Vi sar un luogo di ristoro, si potr salire sulla torretta e ammirare il panorama. Continueranno nel nuovo Museo gli incontri con gli artisti in collaborazione con l'Universit Ca' Foscari e l'Iuav, "entrando cos nella storia dell'arte, nel progredire dell'arte contemporanea e nella storia personale dell'artista". Che previsione di afflusso di visitatori? "Stiamo studiando la situazione. La superficie come quella di Palazzo Grassi, dove si ricevono 2mila persone al giorno. Pensiamo di inserire il museo in un circuito: Palazzo Grassi, Guggenheim, Punta della Dogana e per i veneziani potr esserci un accordo con Carta Venezia. Questa citt ha risposto in modo straordinario alle nostre proposte e ottimi sono i rapporti con le istituzioni" ha concluso Monique Veaute.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news