LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LA SCOPERTA ARCHEOLOGICA In Macedonia il sepolcro di Alessandro
Emanuele Perugini
25/04/2008 IL MATTINO





di Alessandro Magno e non del padre Filippo II il corredo funerario scoperto negli anni 70 in una tomba in Macedonia. Ne sono convinti due archeologi, uno americano e laltra greca, che hanno studiato in maniera approfondita il tumulo reale macedone portato alla luce nel 1977 da Manolis Andronikos nei pressi del villaggio di Verghinia. In particolare i due ricercatori ritengono che il corredo funerario scoperto in una delle tre tombe fosse in realt appartenuto allo stesso Alessandro Magno e non a suo padre, assassinato da una congiura nel 336 avanti Cristo. come fino a oggi ritenuto. Tra i reperti tornati alla luce, un elmo di ferro, uno scettro lungo circa due metri, una corona dargento, una meravigliosa corona doro, uno scudo da cerimonia, e tanti altri oggetti segni della dignit reale. Il cimitero reale macedone costituito da un tumulo in cui sono state trovate tre tombe, una diversa dallaltra. Nella prima sono ospitati i resti di un uomo maturo, di una donna e di un neonato. Nella seconda sono stati trovati i resti di una giovane donna e di un uomo maturo. Infine nella terza sepoltura, caratterizzata da due ampie sale a volta, i resti di un adolescente. In una lunga intervista rilasciata al National Geographic, Eugene N. Borza, professore della Pennsylvania State University, e Olga Palagia, dellUniversit di Atene, spiegano come sono arrivati alla loro clamorosa scoperta. Pi lavoriamo - racconta Borza - e pi emergono indizi a supporto della nostra interpretazione. Gli indizi pi evidenti sono le tecniche di costruzione (la volta a botte, la cui prima apparizione in Grecia risale al 320 avanti Cristo) e la pittura che riporta motivi gi orientalizzanti: lasciano quindi supporre di essere stati realizzati dopo la spedizione di Alessandro Magno in Asia. Un altro indizio poi rappresentato dal lungo scettro, uguale a quello che viene raffigurato su molte monete coniate allepoca di Alessandro Magno. Infine, nella tomba sono stati scoperti dei piccoli vascelli dargento il cui carico indicato con unet di misura introdotta da Alessandro. Questo - sottolinea Borza - vuol dire che la seconda tomba non di Filippo II ma di un suo discendente. Probabilmente appartiene a Filippo III Arrideo, fratellastro di Alessandro che prese i simboli del potere reale per accreditare agli occhi dei sudditi la sua ascesa al trono dopo la morte di Alessandro Magno. Filippo II sarebbe invece quello sepolto nella prima tomba, mentre nella terza tomba ci sono le spoglie del figlio di Alessandro Magno e di Rossane, Alessandro IV, ucciso quando era ancora un ragazzo.



news

19-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news