LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Collaudo a ostacoli per la Nuvola
MARCO SORARA
Italia Oggi 24/04/2008

Illegittime le gare per l`affidamento del collaudo dei lavori
della Nuvola di Massimiliano Fuksas del nuovo centro congressi dell`Eur a Roma; un dirigente pubblico a tempo pieno non pu essere affidatario di incarichi di collaudo. E quanto afferma
l`Autorit per la vigilanza sui contratti pubblici con la deliberazione n. 12 del 2 aprile 2008 a seguito di un esposto presentato dall`Oice, l`Associazione delle societ di ingegneria che con una lettera del 1 febbraio scorso avente a oggetto
un primo bando di gara (procedura negoziata) per l`incarico
d collaudo a una commissione di tre componenti per un compenso
pari a 440 mila euro circa per ogni componente, oltre ad altri 423 mila euro per il componente, dei tre, che avr anche l`incarico del collaudo statico. Veniva in particolare evidenziato che erano state eluse le norme di pubblicit previste dal Codice, sia a livello nazionale sia a livello comunitario, che inoltre erano stati assegnati termini eccessivamente ridotti per le offerte
(18 giorni) e che risultavano erronee le motivazioni per l`adozione della procedura di urgenza. L`Ente Eur, committente, aveva motivato la procedura di urgenza sul presupposto della necessit del rispetto dell`articolo 188, comma 1, del dpr n. 554199, che impone la nomina dei collaudatori entro 30 giorni dalla consegna dei lavori (avvenuta il 1 febbraio 2008) e dell`impossibilit di avviare la selezione per i collaudatori prima dell`aggiudicazione dei lavori e della predisposizione del progetto esecutivo. Successivamente il committente ha esperito la gara e si registrata una sola candidatura avanzata da un dirigente pubblico; da ci la pubblicazione di un nuovo bando di gara per gli altri due incarichi, a procedura ristretta accelerata. L`Autorit dichiara illegittima sia la prima sia
la seconda gara, eccependo inoltre che un dirigente pubblico possa
essere affidatario di un incarico di collaudo. Premesso che il collaudo rientra tra i servizi soggetti alla disciplina del Codice dei contratti pubblici e che in base all`articolo 91, comma 8, del Codice gli incarichi di collaudo non possono essere
affidati con procedure diverse dal Codice stesso, l`Autorit contesta l`impiego della procedura negoziata con bando in quanto al di fuori dei presupposti di legge (estrema urgenza dovuta a eventi imprevedibili) considerato che il bando di gara ben avrebbe potuto essere pubblicato a seguito dell`aggiudicazione definitiva avvenuta il 5 dicembre 2007, risultando poco significativa l`esigenza di sviluppare il progetto esecutivo con l`offerta migliorativa al fine dell`affidamento del collaudo. L`Autorit
inoltre contesta, per entrambe le gare, l`eccessiva restrizione del mercato operata con i requisiti di ammissione alla gara nella parte in cui escludevano la possibilit di comprovare l`analoga competenza professionale attraverso attivit di progettazione e/o direzione lavori. Infine, ed forse il dato maggiormente
rilevante, l`organismo di vigilanza si esprime nel senso dell`impossibilit per un dirigente pubblico di acquisire incarichi di collaudo richiamando una determina del 4 novembre 1999 (la n. 6) che, ancorch dettata per la progettazione, risulta, per l`Autorit, ancora valida in ragione della equiparazione relativamente alle procedure di affidamento degli incarichi di collaudo a quelli di progettazione.
Da ci discende che soltanto i professionisti liberi o associati, le societ di professionisti o di ingegneria e i consorzi stabili fra tali societ possono risultare affidatari di collaudi. Infatti, afferma l`Autorit, un dirigente pubblico non pu essere equiparato a un professionista persona fisica che autonomamente e in continuit e con assunzione di propri rischi esercita la libera professione. Pertanto, il dipendente pubblico a tempo pieno (come il dirigente che ha risposto al bando di gara) non pu esercitare la professione libera e non pu ritenersi soggetto annoverabile tra quelli contemplati dall`articolo 90, comma 1, lettera d), del Codice (liberi professionisti singoli o associati).



news

16-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news