LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sacri Monti piemontesi: con tutti quei soldi noi restauriamo
R. P.
www.artevarese.com 04-03-2008

Il progetto varesino in merito al Sacro Monte non ancora arrivato sulla scrivania dei direttori dei monti fratelli in Piemonte: ma nessuno ha mai spinto cos in avanti la propria progettualit su un contesto storico-artistico cos ben definito Varese:

Cosi vicini, cos lontani - "Non sappiamo nulla. Ne parleremo alla prossima riunione del coordinamento dei Sacri Monti piemontesi". Piove da cielo sulla scrivania dei responsabili dei Sacri Monti al di l del Lago Maggiore, la proposta presentata da autorit civili e religiose a Palazzo Estense e destinata, se compiuta, a modificare il concetto stesso di Via Sacra cos come fin qui intesa. L'idea e il dibattito che sta prendendo corpo negli ultimi giorni a Varese non hanno ancora varcato i confini comunali. N ad Orta, n a Domodossola, n a Varallo; neppure a Crea dove insediato il Coordinamento dei Sacri Monti, piemontesi ma anche quello di Varese e quello di Ossuccio nel comasco: l'adesione e la condivisione del certificato Unesco come patrimonio dell'umanit, al momento, non ha funzionato come cinghia di trasmissione per la conoscenza del progetto firmato Panza. Varese apripista - Ed un 'rivoluzione' accolta con cautela. Prende alla sprovvista. Varese avanti, si potrebbe dire; non solo perch in buona parte ha gi risolto negli anni scorsi il problema conservativo che invece, pare di intendere, blocca gli altri Sacri Monti; non solo perch l'occasione del Quattrocentesimo ha motivato una serie di iniziative che ancora sono guardate con una certa invidia; ma perch oggi parte lancia in resta in una sfida

Il progetto di Varese
Il progetto di Varese paesaggistica, artistica, cultuale che altri hanno solo in minima parte concepito e guardato a distanza: "Varese ha gi segnato la strada in questo senso" commenta Amilcare Barbero, direttore del Centro di Documentazione dei Sacri Monti. Ha gi fatto dialogare il passato con artisti come Guttuso e Bodini, mentre nel complesso negli altri siti analoghi si agito solo con interventi marginali". A Crea, ad esempio, inserti attuali, e proprio dentro al cuore del complesso storico, sono stati un monumento ad un famoso medico condotto locale, fortemente appoggiato dalla comunit, e una croce, all'inizio del Sacro Monte, visibile ma in un luogo defilato. Altre priorit - Segni permanenti, ma non pervasivi. Cos come non pervasivi, ed estemporanee, alcune iniziative espositive, realizzate tra Domodossola, Ghiffa e Orta: opere artistiche, per lo pi statue, collocate ai margini delle cappelle. Niente a che vedere con quanto iniziato a concepire per Varese. "Coniugare il patrimonio storico con inserti contemporanei? Abbiamo avuto un'idea del genere in occasione del Giubileo", ricorda invece Simonetta Minissale, direttrice della Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte Calvario di di Domodossola. Si era pensato ad una costruzione contemporanea nello spazio esistente tra la VI e la VII cappella. In una apertura dove, forse, nel progetto originale era prevista un'altra costruzione mai realizzata". Sul tavolo l'ipotesi di un concorso di idee, destinato a coinvolgere artisti contemporanei internazionali. Un progetto rimasto allo stadio embrionale, ma non per il levarsi di critiche. "C'erano altre priorit, la manutenzione, ad esempio; il restauro".

Cappella VIII a Domodossola

Dentro no, fuori si - La stessa preoccupazione che hanno altrove: "Sono solo sorpresa - ammette Elena De Filippis, direttrice della Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte di Varallo, prendendo nota della cifra ufficiosa ventilata in merito al progetto varesino - con quelle cifre io penserei prima di tutto a restaurare quello che gi c'". Nel suo sito, si sono limitati ad alcuni interventi di carattere funzionale, per ampliare e facilitare la fruizione, di un Sacro Monte incastonato tra la roccia e una cinta muraria. Da anni si parla anche di realizzare un ascensore dentro la roccia. Ma chiara la posizione della direttrice: "Dentro quest'area, peraltro tutelata dal Codice del Ministero dei Beni Culturali, non vedrei assolutamente nessun nuovo inserto. Resta inteso che se esigenze di culto o motivazioni civili giustificassero progetti nuovi, nel tessuto urbano, al di fuori, ma collegati al Sacro Monte, non avrei pregiudiziali". Fuori, appunto. Il difficile equilibrio - Ogni anello della catena che lega idealmente i Sacri Monti prealpini ha una storia a s, un contesto suo, storico, territoriale, paesaggistico. "Ed interventi di questo tipo - si sofferma ancora Barbero - vanno calibrati e ragionati in merito a queste peculiarit specifiche. Ma pensiamo alla polemica a Torino, relativa al grattacielo di Renzo Piano. Il Sacro Monte di Varese ha una sua evidente specificit monumentalit dove pu essere difficile il dialogo tra storico e contemporaneo. E Panza in questo senso, offre garanzie. Ma la grande contraddizione della societ di oggi. Che giusto si apra alle forme di un culto moderno, alla sua necessit di esternarsi secondo forme pi consone. Con il rischio di un difficile equilibrio".



news

21-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news