LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

URBANISTICA - Perfette o in rovina, opere darte da vivere
Giuseppe Bernardi
il Giornale 17/04/2008

Due libri usciti in questi scorsi giorni sembrano evocare due dimensioni contrastanti e tuttavia complementari sulla concezione culturale e storica della citt e delledificazione in generale. Il primo esile ma ad alto peso specifico, forse anche un poco irritante per la sua condensazione ideologica piuttosto perentoria: La citt come opera darte, di Marco Romano (Einaudi, pagg. 114, euro 9). Premesso che un manufatto, perch possa essere considerato unopera darte, riuscita o meno, deve essere realizzato con tale intento, Romano osserva come sia possibile individuare elementi costanti nellevoluzione della citt europea che consentono di definirla come opera darte, poich, per quanto la citt sia organismo vivo e mutante, composto di categorie differenti di manufatti, questi sono stati immaginati, singolarmente o complessivamente con lintento darte.
Si pensi alla decorazione e alla facciata delle case. Dalla costituzione del Comune, la citt non pi il piccolo centro costituito dal clan o dal gruppo di clan e di gentes: diventa una societ mobile, e la sua gens, generalizzata, sidentifica con la citt e vi appartiene. Una citt pi o meno aperta agli altri e al dinamismo commerciale e pi o meno democratica, nel senso che decoro, bellezza, impianto della citt medesima rispondono alle esigenze e alle aspettative di tutti o dei pi. Ci naturalmente a parte le differenze di status ma anche di gusto estetico, e la misura del conformismo: per fare degli esempi a grandi salti, le facciate gotiche il Vasari le considerava degne dei barbari, e nell800 a Bruxelles la proliferazione delle case liberty faceva inorridire i benpensanti, e non molto dopo, a Milano, veniva chiamato Ca Brutta un complesso di nitide facciate dco.
Se il libro di Romano ci trattiene di continuo sul concetto dei temi collettivi, delle committenze e delle competenze attraverso la storia, il libro straordinario di Christopher Woodward, Tra le rovine (Guanda, pagg. 256, euro 16, traduzione di Libero Sosio) ci appare come un viaggio nel tempo tra le rovine vere o fantastiche, attraverso storia, arte e letteratura. Il libro si apre con due scenari distanti e apocalittici: alla fine del Pianeta delle scimmie il film degli anni 60, Charlton Heston si allontana mesto a cavallo sulla riva del mare, e unombra lo sovrasta; egli si volta, guarda su: la Statua della Libert, inclinata e cadente, a mezzo sepolta dalla sabbia, dopo lolocausto nucleare. Nel secondo scenario, abbiamo Gustave Dor: in unincisione del suo Pellegrinaggio a Londra, intitolata Il Neozelandese, luomo da Sud di London Bridge, ritrae di l del fiume una Londra spettrale e cadente, con la cattedrale di St. Paul in rovina. Lolocausto nucleare non c stato, Londra splende e, proprio nel 1873, mentre Dor eseguiva quellincisione, la stazione di Cannon Street, da dove il neozelandese disegnava, era nuova di zecca, con i suoi bei pilastri di ghisa.
Ma queste sono rovine paventate o scaramantiche, le Babilonie crollanti nei quadri ottocenteschi. I ruderi veri, le rovine classiche, Efeso, Pompei, il Foro romano, la via Appia, il Colosseo, Leptis Magna, le abbazie medioevali inglesi che affascinavano Byron, gli acquedotti che Goethe si fermava a disegnare viaggiando per la campagna romana, se sono i segni della grandezza e della caducit umana, la prova che le grandi civilt nascono, prosperano e crollano, formano per il nostro patrimonio di memoria, sono la testimonianza parlante del passato, creativa per la nostra immaginazione presente.



news

04-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news