LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Gli archeologi del presente
17 aprile 2008, LA REPUBBLICA - LOMBARDIA

La curiosit
Chi sono gli urban explorer, a caccia di luoghi dismessi e dimenticati da fotografare

Si infilano in fabbriche abbandonate, ex manicomi, caserme dismesse. Si fanno strada fra rovi e macerie, scattano fotografie. Sono gli urban explorer, movimento che a Milano ha decine di appassionati, in contatto fra loro su internet. Uno dei rischi - spiega Marco, 30 anni, tecnico informatico ed esploratore - che gli edifici siano occupati da clandestini o da spacciatori. Ma capita anche di imbattersi in scaloni e colonnati, ville ancora intatte, uffici e officine dove il lavoro sembra essersi fermato il giorno prima.

Alla scoperta di fabbriche, ville ed ex sanatori deserti: cresce in Lombardia la pattuglia degli appassionati
Lequipaggiamento: torcia elettrica, fotocamera, abiti scuri per non farsi vedere Limperativo: lasciare tutto com senza toccare nulla
FRANCO VANNI


Scarpe antinfortunistiche, macchina fotografica, torcia elettrica per illuminare i passaggi pi bui. E vestiti scuri, per non farsi vedere dalla polizia: per la legge chi si infila di nascosto in una fabbrica o in una villa, anche se abbandonata da decenni, viola una propriet privata. Gli urban explorer, gli esploratori di luoghi dismessi e dimenticati, hanno una loro divisa, un forum su internet a cui si accede solo su invito, e un codice morale ferreo: Nei luoghi visitati non si prende nulla al di fuori delle immagini e non si lascia niente oltre alle impronte delle proprie scarpe.
La "cellula" milanese del movimento, nato negli Stati Uniti negli anni Novanta, esiste da poco pi di un anno, e ogni mese ha nuovi associati. La comunit, radunata attorno ai siti edificiabbandonati. org e myspace. com/esploratoriurbani, in due anni ha visitato oltre cento fra manicomi dismessi, fabbriche abbandonate, ex sanatori e castelli diroccati. Quasi tutti in provincia, pochi in citt. A Milano gli edifici abbandonati sono spesso pericolosi - spiega Marco, 30 anni, tecnico informatico, esploratore da due anni - si trasformano in rifugi per clandestini o luoghi di spaccio. In provincia diverso.
Nel parco delle Groane, come sulle colline del Bergamasco, sopravvivono luoghi dove il tempo si fermato. Dove tutto rimasto come quando lultima persona lo ha lasciato: infissi alle finestre, macchinari che sembrano ancora poter funzionare, documenti nei cassetti, mangiati dallumidit ma perfettamente ordinati. Indirizzi che gli esploratori difendono come un segreto. Purtroppo - spiega Simona, 27 anni, microbiologa ed esploratrice convinta - non siamo solo noi ad andare a caccia di edifici abbandonati. Capannoni e fabbriche dismesse sono merce pregiata anche per chi organizza i rave, le feste clandestine a base di droga e musica techno che lasciano scritte sui muri, sporcizia e degrado.
Fra gli urban explorer c di tutto: dal grafico editoriale che aspetta la domenica per infilarsi in un cementificio pericolante allo studente universitario che quasi non fa altro che visitare cunicoli e soffitte. Sarah, 33 anni, architetto a Busnago, ha gi visitato un centinaio di siti fra Italia, Europa e Stati Uniti. Lultimo la settimana scorsa, un ex manicomio. Fra noi - racconta - c chi fa esplorazione per ladrenalina, per il gusto del pericolo e del proibito. Quello che mi spinge a passare i weekend fra anfratti e rovi invece latmosfera immobile, gli odori, i colori. Provo a immaginare chi viveva e lavorava in quei posti e rimango estasiata.
Sarah, che non si muove mai da sola, conosce bene i rischi dellesplorazione urbana: cedimenti strutturali, incontri indesiderati, anche essere fermati dalla polizia. Come successo a Marcello, studente di Architettura al Politecnico, che a febbraio finito in commissariato dopo essere stato pescato in unex caserma abbandonata, s, ma ancora di propriet dellEsercito. Un episodio degno di Paragon Hotel del "veterano" statunitense David Morrel, il romanzo-bibbia degli urban explorer di tutto il mondo.









news

24-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news