LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ASCOLI - Porta Solest torna alla luce
Edizione del 10 aprile 2008, CORRIERE ADRIATICO



Il traffico veicolare sar interrotto da marted a venerd Sar consentito solo il passaggio dei pedoni
Eseguiti i calchi di tutti gli stemmi e delle lapidi per testimoniare le varie epoche

La prossima settimana terminano i lavori di restauro

Nella prossima settimana torner alla luce la Porta Solest che, con il ponte romano di et augustea, rappresenta uno degli angoli monumentali pi interessanti del centro storico. La porta, anche se pu apparire diversamente, un tuttuno - almeno alla base - come testata interna dello stesso ponte romano, e quindi coeva. Negli anni successivi la struttura venne pi volte ritoccata fino a presentare aspetto architettonico medioevale. L'arcone, ad esempio, appartenne alla controporta del complesso medioevale fortificato, rimasto integro fino alla met dell'Ottocento, il quale estendeva le merlature anche sopra i parapetti del ponte. La costruzione testimoniata da un blocco di travertino che figura sull'attuale facciata, lapide in testo latino e caratteri gotici, datata 1230. Mentre una lapide minore ricorda che nel 1283 fu riparata la selciatura della strada.

La porta, come tutti sanno, un massiccio arco a pieno centro, formato da grossi blocchi quadrati di travertino. Una cornice - come si legge sulla guida di don Antonio Rodilossi - a due listelli corre orizzontalmente sulla fronte e prosegue anche nei fianchi e sulle facce interne dell'arco. Ricostruita da Fildesmilio da Mogliano, podest di Ascoli, con materiale recuperato dalla precedente porta risalente all'epoca romana.

Negli ultimi anni la struttura cominci a presentare delle lesioni sempre pi preoccupanti, dal momento che figuravano di caratteristica passante e quindi con prospettiva di crollo. La stessa struttura del tetto di protezione diede luogo a eventi di caduta.

Noi stessi, qualche anno fa, segnalammo queste situazioni di pericolo. Finalmente, nell'autunno scorso, l'Amministrazione comunale studi un progetto di interventi con un impegno di spesa di 80.000 euro, bandendo regolare asta. I lavori sono stati effettuati dall'Impresa Giancarlo e Tino Rinaldi (assegnatrice dell'appalto), a cominciare dall'ottobre dell'anno scorso. Direttore, l'architetto Valerio Borzacchini (che ormai si specializzato in restauri delle antiche porte della citt); con approvazione della Sovrintendenza che ha effettuato alcune visite in corso d'opera. La demolizione dell'attuale impalcatura inizier da marted, tanto che il traffico veicolare verr interrotto da marted al venerd successivo. Sar consentito solo il passaggio dei pedoni.

La vista della porta restaurata promette ai cittadini e ai turisti una autentica sorpresa, dal momento che stata anche ripulita e cosparsa di prodotto repellente e traspirante per conservarne il colore contro i danni della meteorologia. In sintesi i lavori effettuati. Totalmente nuovo il tettino della Porta; consolidamento delle murature e dell'arco con fibre di carbonio; interventi di cuci e scuci. Con iniezioni di biocalcio rigenerate le malte. Sul piano artistico, personale specializzato ha ripulito gli antichi stemmi (uno dei quali, datato 1230, dovrebbe essere il pi vecchio stemma della citt); sono state riportate in bella vista le scritte e le lapidi (alcuni scudi che furono di colore rosso). Inoltre, sulla volta, sono stati salvati modesti tratti di affreschi. Infine alcuni lavori hanno riguardato il riparo dalle infiltrazioni e colature d'acqua sul piano calpestabile, sottostante la pavimentazione del ponte romano. Revisionate anche parti delle balaustre del ponte, adiacenti alla Porta.

Una interessante novit poi rappresentata dal fatto che la direzione dei lavori, in intesa con il direttore della Pinacoteca, professor Stefano Papetti, ha fatto eseguire i calchi di tutti gli stemmi, delle lapidi e quanto altro testimonia le varie epoche. Materiale che potr essere prezioso per gli studiosi.

Al termine di questa presentazione e ricollegandoci alle nostre passate segnalazioni, non si pu non concludere senza aver prima di nuovo richiamato l'interesse dell'Arengo sullo stato del Ponte Augusteo che merita altrettanto e urgente intervento per la preservazione di una delle pi preziose monumentalit cittadine.



news

23-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news