LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - URBANISTICA: Si rifanno i portici a partire dal S.Stefano
ELEONORA CAPELLI
MARTED, 08 APRILE 2008 LA REPUBBLICA - Bologna


Sconto del 66% del Comune ai privati



In due anni 20mila mq di pavimentazioni investimento di 4,4 milioni



--------------------------------------------------------------------------------

Il Comune mette incentivi e coordinamento, i privati pagano lintervento, ma con uno sconto del 66%: parte dal quartiere Santo Stefano la formula del consorzio per restaurare i portici della citt che in due anni mira a raggiungere i 20mila metri quadri di pavimentazioni bisognose di ritocchi per un investimento di 4,4 milioni di euro. Quasi mille famiglie e privati, per un totale di 158 edifici, titolari di 1.500 metri quadri di portico e un investimento di 250 mila euro sono il primo passo per rifare le pavimentazioni a veneziana dei portici, in quel 10% di casi bisognosi di un restyling. Mentre sta per essere inaugurata, il 24 aprile, la prima tranche del portico di San Luca rimesso a nuovo, il nucleo originario allaltezza di via Turati, si sperimenta a partire da piazza Cavour, dove i cantieri partiranno a giorni, una inedita forma di collaborazione tra pubblico e privato.
Del resto anche il portico di San Luca stato costruito con le offerte dei fedeli dice il dirigente Pier Luigi Bottino illustrando il restyling della struttura architettonica che pi di ogni altra rappresenta Bologna, definita da Enzo Biagi come il biglietto da visita della citt. Le prime mille famiglie o proprietari privati, con il coordinamento del Comune, sono riusciti ad abbassare il prezzo dellintervento da 225 euro a 166 euro al metro quadro. E adesso possono anche mettersi a caccia di sponsor privati, come lazienda di abbigliamento Wp Store che ha colto loccasione dei lavori in via Saragozza per dare un contributo alla ricostruzione del portico di San Luca e farsi pubblicit e che interverr anche in via Santo Stefano. Si tratta di un modello che ha le caratteristiche per essere replicato e avere nel futuro continuit, organicit e mantenimento - ha spiegato lassessore ai lavori pubblici Maurizio Zamboni - c un interesse convergente che rende fattibile il progetto. Il Comune ha interesse nel rimettere a nuovo la pavimentazione del portico, che propriet privata ma soggetta a servit di pubblico passaggio, ma oggi la finanza locale non pu pi sostenere queste operazioni, come ha spiegato Bottino, dirigente del settore Porti e Portici, quindi ci si affida ad agevolazioni per spingere i privati a intervenire. In questo caso si tratta prima di tutto di esonerare dal pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico e dal canone di concessione di spazi pubblicitari. Il consorzio del quartiere Santo Stefano si gi costituito e prevede un primo intervento di 1.500 metri quadri in piazza Cavour angolo via Farini, lungo via Farini e poi in via Castiglione, via Cartoleria e via Santo Stefano, con lobiettivo di restaurare 4.320 metri quadri di portico per un investimento di oltre 800mila euro. Abbiamo aggiudicato i lavori tramite una gara di appalto - spiega Carlo Alberto Cometti, presidente del Consorzio - cui hanno partecipato 9 aziende, ha vinto lofferta pi conveniente. Alla direzione del consorzio anche lonere di tenere i rapporti con la Sovrintendenza, resi necessari dallantichit e dal pregio degli edifici, e quello di coordinare i lavori che, per quanto riguarda questa prima tranche, dovrebbero concludersi entro il 2008. Se pensiamo a tutte le pratiche che ogni privato dovrebbe affrontare e alla piccola porzione di portico che di volta in volta verrebbe data in appalto - spiega Cometti - possiamo calcolare un risparmio per i proprietari di circa il 66%. Adesso che i cittadini di Santo Stefano hanno dato il buon esempio, bisogna convincere anche quelli dei quartieri Porto, Saragozza e San Vitale a fare lo stesso, con riunioni che partiranno a met di giugno.
Per il restauro dei portici si perso troppo tempo? Se abbiamo perso tempo noi, non oso immaginare cosa hanno fatto quelli che ci hanno preceduto - risponde Zamboni - Abbiamo agito con un metodo "galileiano", cio provando e riprovando. Ora ci pare di aver trovato la strada giusta. Per il presidente del quartiere Santo Stefano Andrea Forlani, se anche questo restyling si sarebbe potuto fare prima, in ogni caso ora importante che si parta con un primo stralcio significativo delloperazione.



news

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

26-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

Archivio news