LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - "Riscopriamo il paesaggio oggi il grande malato è lui"
MARINA PAGLIERI
SABATO, 05 APRILE 2008, la repubblica - Torino


Parla il direttore Magnifico: ecco la vera emergenza nazionale

I danni sono molti, però siamo in tempo per piantare alberi o per togliere almeno le insegne più volgari



--------------------------------------------------------------------------------

«Il grande malato oggi è il paesaggio, i beni culturali stanno meglio di una volta. Ecco allora che nell´elenco di questa Giornata si è inserito in Piemonte, tra castelli, palazzi e chiese, il panorama che si scorge dal piccolo borgo di La Morra, nelle Langhe. Un esempio di armonia, quella che esisteva un tempo tra creato e costruito». Il direttore del Fai Marco Magnifico non ha dubbi: è la salvaguardia del paesaggio la vera emergenza nazionale, su cui occorre lavorare. La Giornata Fai di Primavera diventa allora occasione per una riflessione sul tema.
Dottor Magnifico, siamo ancora in tempo o i danni arrecati sono ormai troppi?
«No, non è troppo tardi, anche se i danni sono tanti, frutto per lo più di ignoranza, di assenza di gusto e cultura. Possiamo ancora farcela, si può ancora medicare, piantare alberi, togliere le insegne più volgari. Il problema è che spesso si fa progettare, nei centri delle città ma anche fuori, nelle campagne, gente che non ha studiato, che non conosce il paesaggio. Si può costruire con cognizione di causa, mantenendo un corretto rapporto con il preesistente. Proprio vicino a La Morra apriamo al pubblico Cappella del Barolo, dove due artisti contemporanei, Sol Le Witt e David Tremlett, sono intervenuti a tinte accese, ma in modo armonioso, su un´antica chiesa campestre. Purtroppo proprio in Piemonte rischiamo però ancora di perdere la battaglia di Mediapolis, nel Canavese: un esempio di rapporto completamente sbagliato tra quello che si vuole costruire, un enorme centro commerciale con parco divertimenti, con ciò che gli sta intorno. La Giornata Fai deve anche fare sì che la gente si arrabbi davanti alle brutture e capisca che bello è meglio di brutto e che con il bello si vive meglio».
Come per i monumenti, c´è oggi maggiore sensibilità per il paesaggio?
«Solo da parte di alcuni, di una minoranza, quelli appunto che si arrabbiano. Ma adesso siamo a una svolta, con il Codice del Paesaggio, integrazione del Codice dei Beni culturali, lo Stato si è ripreso il potere di bloccare l´autonomia delle regioni e degli enti locali in materia di territorio. Il paesaggio insomma sarà d´ora in poi soggetto a vincolo da parte degli organi di tutela, proprio come i monumenti. Devo dire che in questo proprio la presidente Bresso si è mostrata molto collaborativa, a differenza di altri suoi colleghi. La Regione Piemonte sta preparando il primo piano paesaggistico regionale, in cui questo discorso di cooperazione con lo Stato è tenuto presente. D´altronde nell´articolo 9 della nostra Costituzione sta scritto proprio che la Repubblica italiana tutela il paesaggio».
Per quanto riguarda ancora i monumenti, a Torino quest´anno non si offrono grandi novità. Come mai?
«La "colpa" è vostra, avete già aperto tutto, allora dobbiamo rivolgerci ai beni sul territorio. A Torino è stato fatto tutto come si deve, penso a Venaria, a Villa della Regina, all´Armeria Reale, per non citare che alcuni esempi. Ecco la grande invidia di noi milanesi, speriamo che con l´Expo del 2015 si riesca finalmente a recuperare la Villa Reale di Monza. Comunque una sorpresa torinese in realtà c´è».
A che cosa si riferisce?
«Al Collegio Reale di Moncalieri, oggi un centro di studi economici, un tempo il luogo dove si formavano i giovani "di nobile e civile condizione". Ne parlavo l´altro giorno con l´attuale presidente Domenico Siniscalco, quell´edificio è un esempio della grandeur sabauda dell´800. Nei corridoi sono esposti i ritratti delle persone che vi hanno studiato, è senz´altro una testimonianza interessante, molto piemontese».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news