LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nuovo concordato pi facile
Tonino Morina
Il Sole 24 Ore, Venerd 05 Dicembre 2003


L'estensione delle regolarizzazioni apre la strada alla pace preventiva con il Fisco.
Emendamenti anche sulla fiscalit immobiliare.
Imprese e professionisti con ricavi inferiori ai parametri non devono adeguarsi se sanano il 2002.

I condoni si "allargano" fino al 2002. Sar perci definibile anche il periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2002, per il quale le dichiarazioni sono state presentate entro il 31 ottobre 2003. Il versamento dovr essere effettuato entro il nuovo termine del 16 marzo 2004. Con una corsia agevolata per il concordato preventivo. Sono queste le pi importanti novit sui condoni fiscali che sono state inserite nella Finanziaria 2004. L'apertura dei condoni a tutto campo: si potranno quindi applicare le norme del concordato (articolo 7 della legge 289/2002, Finanziaria 2003), dell'integrativa (articolo 8), o del tombale (articolo 9). L'ampliamento dei condoni riguarder anche la sanatoria degli omessi o tardivi versamenti (articolo 9-bis), la definizione agevolata per le imposte di registro e le altre imposte indirette (articolo 11), la regolarizzazione delle scritture contabili (articolo 14), la definizione delle liti potenziali (articolo 15) e la definizione delle liti pendenti (articolo16). L'estensione delle sanatorie spiana la strada per il concordato preventivo in forma sperimentale (articolo 33, Dl 269/2003). Viene previsto che i titolari di reddito d'impresa e gli esercenti arti e professioni che hanno dichiarato, per il periodo d'imposta in corso al 1 gennaio 2001, ricavi o compensi inferiori a quelli risultanti dall'applicazione degli studi di settore o dei parametri, non devono versare le imposte dovute per il raggiungimento del limite di entrate richiesto dagli studi o dai parametri, a condizione che provvedano alla definizione del periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2002, valendosi del concordato, dell'integrativa o del tombale. Resta comunque fermo l'obbligo di applicare le percentuali di incremento dei ricavi o dei compensi, e dei redditi, previste dal concordato preventivo, sulla base dei ricavi o dei compensi adeguati a quelli risultanti dall'applicazione degli studi di settore, o dei parametri. Il condono tombale guadagna un anno in pi. I contribuenti che opteranno per questa sanatoria dovranno regolarizzare tutti i periodi d'imposta per i quali i termini di presentazione delle dichiarazioni sono scaduti entro il 31 ottobre 2003. Perci, per i redditi e l'Irap si possono condonare gli anni dal 1997 al 2002; anche sanabile il 1996, se la relativa dichiarazione stata omessa; per l'Iva si possono condonare gli anni dal 1998 al 2002; anche regolarizzabile il 1997, se la relativa dichiarazione stata omessa. Rimane fermo che l'obbligo di chiedere la definizione per tutte le imposte relative a ciascun settore impositivo comporta l'obbligo di versare tutte le imposte relative a ciascun settore impositivo che risultano dalla sanatoria. Per chi si gi avvalso del tombale, il disegno di legge per la Finanziaria 2004 prevede che le norme contenute negli articoli 7 (concordato), 8 (integrativa) e 9 (tombale) della legge 289/2002, si applicano anche per il periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2002, per il quale le dichiarazioni sono state presentate entro il 31 ottobre 2003. I contribuenti non sono quindi obbligati a integrare, ad esempio, il tombale gi fatto fino al 2001, inserendovi il 2002. Chi ha gi fatto il tombale potr per integrarlo. Per i contribuenti che ritoccheranno le sanatorie gi fatte, cio quelli che hanno gi effettuato (entro il 1 gennaio 2004) versamenti utili per concordato, integrativa o tombale, ferma restando la rateazione dell'eccedenza, l'importo da pagare entro il 16 marzo 2004 pari: - all'intera somma dovuta, fino a concorrenza, con un minimo rispettivamente di 100 e 200 euro, della somma di 3mila euro per le persone fisiche e di 6mila euro per gli altri soggetti, se i versamenti gi fatti sono inferiori a tali somme; - al 10% di quanto dovuto, con un minimo di 100 euro per le persone fisiche e 200 euro per gli altri soggetti, se i versamenti gi fatti sono pari o superiori alle predette somme di 3mila e 6mila euro.



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news