LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - Il no di Celentano: prevedo speculazioni e colate di cemento
Marco Cremonesi
Corriere della Sera 02/04/2008

MILANO - Gioisce e s' adombra, l' Adriano nazionale, per l' assegnazione a Milano dell' Expo 2015, colpo di grazia per la citt. Inaugurando una serie di articoli sul nuovo sito clancelentano.it, Adriano Celentano teme sventure: Mi sembra di capire che poco o nulla si potr fare per evitare che questo capolavoro sospeso nel cielo scivoli definitivamente in un precipizio senza fine. Le posizioni ricordano quelle espresse in tv lo scorso novembre sulla bruttezza di Milano e sulle colpe degli architetti. Anzi, degli archi-carnefici, dimentichi del genius loci e colpevoli di cancellare la nostra identit al punto da farci dimenticare chi siamo. Celentano invoca la bellezza: su quella che si deve scommettere. Peccato sia ormai assediata: Dobbiamo fare presto, prima che questo angolo di meraviglia racchiuso ancora per poco dentro ognuno di noi si addormenti definitivamente in un coma irreversibile nel quale ci stanno trascinando le nuove star dell' architettura.... Di pi: Il colpo di grazia gi in canna, pronto per la sua gittata finale sull' Expo. Insomma, se Celentano gioisce per la grande conquista fatta dall' Italia, per contro si adombra sapendo da quali mani scaturiranno gli schizofrenici progetti per materializzare un' opera che potrebbe veramente essere un messaggio per il mondo, se fosse dato in altre mani non inclini a speculazioni di stampo sfigurativo, che tradotto sta per colate di cemento. Ma Celentano se la prende anche con Berlusconi: Gi adesso, in nome dei pi bisognosi, lo sentiamo parlare di apertura dei cantieri, e non difficile immaginare lo sfacelo a cui andremmo incontro se vincesse lui. In realt, sotto alla Madonnina le voci apertamente ostili, raccolte nel comitato No Expo, sono pochine. Tra loro, Vittorio Agnoletto e l' onorevole prc Augusto Rocchi. E poi, l' ex segretario della Cgil lombarda e capogruppo di Rifondazione in Regione Mario Agostinelli: In Lombardia il governo del territorio affidato ai grandi affari e alle speculazioni. Se non c' una rottura con il modello incarnato da Formigoni e dalla Moratti, i lombardi dall' Expo avranno conseguenze negative. Ora che stata assegnata, l' Expo deve diventare l' occasione per un progetto all' altezza dei temi che solleva, la fame nel mondo e l' energia pulita. Basilio Rizzo, Expo-scettico che in Comune rappresenta l' area vicina a Dario Fo, propone che l' ex procuratore Borrelli venga nominato a capo di un' Authority che vigili sull' intera realizzazione dell' evento. Ma l' importante cosa resta alla citt dopo che si spegneranno le luci. Una posizione non molto diversa da quella dell' attore Bebo Storti, Conte Uguccione di Mai dire goal! ma anche capogruppo dei comunisti italiani in Lombardia: Vorrei una commissione di controllo trasversale, formata da esperti di posizioni politiche diverse. Per, alla fine, lo ammette: Devo riconoscere soprattutto a Romano Prodi il grande merito di aver costruito questa opportunit. E poi, porter lavoro. Forse non per sempre, ma resta comunque un' opportunit.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news