LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Made in Italy, dal Rinascimento ai distretti industriali
Alessandro Condina
Il Nuovo 6 DICEMBRE 2003, ORE 18:10




Quali sono le tendenze del costume italiano e da dove nasce il successo delle imprese che puntano sulla creativit del Bel Paese. Un libro spiega le potenzialit dell'Italia di fronte alle sfide della globalizzazione.


MILANO Assediate dai concorrenti a basso costo dellEstremo Oriente e messe alle strette dalleuro forte, che elimina le vecchie svalutazioni competitive, le aziende italiane cercano di recuperare parte del terreno perduto facendo leva su uno dei tradizionali punti di forza, il valore del made in Italy.

Dallabbigliamento alle calzature, dai motori ai prodotti alimentari, litalianit un valore in pi, che pu dare un carattere unico a tutto ci che viene realizzato nel Bel Paese. Ma quanti sono i made in Italy? E in che modo devono essere valorizzati?

A queste domande tenta di dare una risposta, basata sullo studio e losservazione dei fatti, Estetiche italiane. Le sei tendenze del Made in Italy e la loro presenza nel mondo, un volume realizzato dal laboratorio di ricerca e consulenza strategica Future concept lab e pubblicato per i tipi di Libri Scheiwiller. Le tendenze del made in Italy sono analizzate a partire dai distretti industriali, che secondo la tesi di fondo del libro realizzano a fondo il carattere pi vero, il genius loci, dellItalia: sotto questo aspetto veri e propri eredi della bottega rinascimentale.

Questanalisi per non vuole esaltare il classico piccolo bello, come soluzione per i problemi italiani, ci tiene a sottolineare Francesco Morace, che ha curato il volume insieme a Paolo Ferrarini e Valentina Ventrelli e allintero gruppo del Future concept lab. Le potenzialit del made in Italy sono solo un punto di partenza, di grande valore certo, ma che ha bisogno di un salto di qualit.

Per creare un fil rouge di sistema e valorizzare quello che si produce, partendo dal territorio sostiene Morace servono limpegno delle istituzioni e la volont degli operatori. Non esiste un made in Italy, ma modelli distrettuali e regionali distinti, che mettono le aziende in relazione con il territorio la famiglia e fra di loro.

Si va cos dal pregio essenziale lombardo, che si realizza nel design e nella moda rigorosa ed elegante tipica di Milano, alla innovazione di culto, che trova la sua espressione pi alta nelleccellenza tosco-emiliana: dalla Ferrari alle scarpe di Ferragamo, dal Parmigiano reggiano alle moto. Un quadro che non pretende di essere esaustivo, ma comprende varie realt produttive, dal Nord-Est alla Campania, alle Marche. Con unanalisi approfondita del settore calzaturiero.

La ricchezza del made in Italy interpretata attraverso la chiave di lettura dellestetica, vero patrimonio genetico degli italiani, da cui si deve ripartire per rafforzare e diffondere linfluenza del Bel Paese nei consumi e negli stili di vita di tutto il mondo. Sar questa, sostengono gli autori, larma per difendersi dalla concorrenza, anche quella a basso costo, contro cui le imprese devono rispondere con linnovazione e la creativit.

Una caratteristica, la creativit italiana, che spesso non consiste nellinventare, ma nel saper fare e soprattutto nel ri-creare, trasformando e rendendo unici oggetti e particolari della vita quotidiana, attraverso la capacit di sentire tipica degli italiani. Se il paese accetter la sfida del futuro e riuscir a costruire un sistema, potr valorizzare la sua storia e la sua realt produttiva e assumere quel ruolo di guida concettuale e culturale, cui la sua tradizione le permette di aspirare.

Future Concept Lab
Estetiche italiane
Libri Scheiwiller
25,00





news

03-04-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 aprile 2020

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

Archivio news