LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Paolucci difende i beni culturali statali. Ma la Regione non vuole sostituirsi
La Nazione - cronaca Firenze, 06/12/2003

I beni culturali dividono, almeno per quanto riguarda le competenze: netta scissione tra chi le vuole lasciare interamente allo Stato (come ora) e chi le vorrebbe affidati a un'istituzione terza, con una compartecipazione della Regione. Favorevoli a questa seconda ipotesi (una proposta partita dalla Toscana, prima in Italia), i Ds nazionali. Andrea Ranieri, della segreteria nazionale diessina, l'ha definita una difesa contro la politica liberista del governo. Rimane comunque l'opposizione del soprintendente al Polo museale fiorentino, Antonio Paolucci.
Il confronto stato aperto ufficialmente ieri durante il convegno organizzato dai Ds su I beni culturali alla prova delle riforme' e dell'autonomia. Si parlato anche della norma sul silenzio assenso per la vendita dei beni demaniali, in base a cui, in mancanza di un divieto esplicito all'alienazione dei singoli immobili, questi potrebbero essere venduti. La giunta non ha ancora valutato la possibilit di un ricorso alla Corte costituzionale spiega il presidente della Regione, Claudio Martini ma durante il dibattito stato segnalato che questa norma potrebbe violare i presupposti della riforma del titolo quinto della Costituzione. L'ex ministro Paolucci ha ribadito invece la sua contrariet a una maggiore autonomia della Regione nella competenza sui beni culturali, sottolineando il rischio, per le soprintendenze, di doversi trovare a fare i conti con un'ingerenza troppo forte da parte degli enti locali. La proposta della Toscana valorizza e difende i beni culturali commentato Franca Chiaromonte, diessina, della commissione parlamentare alla cultura Si tratta di un disegno alternativo a quello del centro destra, che ha una politica allarmante, basti pensare all'iniziativa scellerata sul silenzio assenso. La nostra proposta interviene l'assessore regionale alla cultura, Mariella Zoppi chiede la compartecipazione Stato-Regione nella tutela dei beni culturali, riconosce allo Stato la funzione di indirizzi: generale, rivendica maggiore autonomia nella gestione e nella valorizzazione dei beni. Il soprintendente andrebbe infatti a far parte di un'agenzia che farebbe da mediatrice fra Stato e Regione. Antonio Paolucci convinto che si tratti solo di una pura redistribuzione del potere. Non cos. la replica del presidente Martini alle critiche dell'ex ministro Il fatto che siamo arrivati alla consapevolezza dell'importanza dei beni culturali per la Toscana, che contribuiscono alla crescita civica, sociale, economica e, perch no, pure demografica della nostra regione. Per questo pensiamo che sia importante rafforzare l'autonomia della Ragione. Non vogliamo distruggere il "modello soprintendenza" conclude Martini ma renderlo un "sistema terzo" fra Stato e Regione dotato di forti competenze, di poteri di controllo e di vincolo. Il progetto della Regione sar portato in discussione in consiglio regionale a febbraio, dopodich si aprir il confronto con il governo.



news

15-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news