LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'Archivio di Vasari pignorato da una banca
Silvia Bardi
La Nazione 28/3/2008

Arezzo: il conte Festari ne legittimo proprietario

Il conte Festari suoner il campanello di Casa Vasari in via XX Settembre ad Arezzo questa mattina alle 11,30 per chiedere la restituzione dell'Archivio Vasari, trentuno faldoni, centinaia e centinaia di documenti, epistolari, manoscritti, disegni, alcuni preziosi, altri preziosissimi come il carteggio di Cosimo I, di Michelangelo, di Pio V, della duchessa di Urbino, e ancora le memorie del Vasari, disegni di Michelangelo, documenti di Amerigo Vespucci. Lo richieder perch, come sentenziato da vari gradi di giudizio, fino alla Cassazione, la famiglia Festari la legittima proprietaria tanto che il Comune di Arezzo stato obbligato alla restituzione e al risarcimento danni.
Lo richieder nonostante un vincolo pertinenziale del marzo 1994, firmato dal Paola Benigni per la Soprintendenza Archivistica Toscana e dal ministro Ronchey, leghi indissolubilmente le carte vasariane a Casa Vasari e le dichiari un unicum non smembrabile. Lo richieder nonostante sulle carte ci sia un pignoramento che risale a due anni fa da parte di un istituto bancario che ha esteso il suo credito al patrimonio della famiglia Festari fino al tesoro aretino. Lo richieder al custode di Casa Vasari, Antonio Aniello, nominato custode fisico dell'Archivio che non potr far altro, come dipendente pubblico, che eseguire le indicazioni della Soprintendenza. Quali? Mi aspetto di trovare la porta sbarrata e la cassaforte chiusa ammette il conte Giovanni Festari e se cos sar terr una conferenza stampa, spiegher le mie ragioni e poi andr dai carabineri a sporgere denuncia per abuso di ufficio e appropriazione indebita. Una storia lunga e complessa, iniziata una ventina di anni fa a Palazzo Spinelli in Santa Croce a Firenze quando un armadio del Settecento smontato per passare da una porta stretta che restituisce da un sottofondo un contratto di deposito perpetuo di un archivio vasariano con clausola di buona conservazione e gestione al Comune di Arezzo datato 30 luglio 1921 firmato dal conte Rasponi Spinelli.
Un ritrovamento fortuito che fa scoprire alla famiglia Festari, unica erede del conte, di essere proprietari di un patrimonio inestimabile (c' una perizia assicurativa da 75 milioni di euro). Ebbene, proprio le clausole della buona conservazione e dell'unicum, secondo una denuncia presentata dai Festari, sono state disattese e rendono nullo l'atto: mancano tre faldoni rubati nel 1988 da Casa Vasari e ritrovati alla Yale University. Non solo. Le carte sarebbero mal conservate mangiate dai topi e dall'umidit, come una lettera autografa di Michelangelo. Infatti il ministero dei Beni culturali ci ha imposto il restauro puntualizza il conte e per questo oggi le rivoglio cos da metterle al sicuro. Ci sarebbe gi anche un acquirente pronto visto che fino ad ora la trattativa per una vendita allo Stato non ha portato a nessun esito. A fronte di un valore presumibile di 50 milioni di euro l'ultima offerta da parte del ministero sarebbe stata di poco sopra il milione.



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news