LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BENI CULTURALI - Elkann scrive il programma bipartisan per il Belpaese
Roberto Miliacca
Italia Oggi 27/03/2008

Lo avevano gi ribattezzato il manifesto dei 101, come quelli della anca, ma nelle ultime ore le adsioni al documento che porta la firma dello scrittore e presidente della Fondazione Museo delle antichit egizie di Torino, Alain Elkann, per rilanciare
la cultura del bello nel paese che ne la culla, sono aumentate a dismisura. Oltre a quella di Elkann, che anche presidente di
Mecenate 90, l`associazione che svolge attivit di promozione,
valorizzazione e gestione dei beni culturali e che ha promosso
l`iniziativa, e a quella di Riccardo Viale, presidente della Fondazione Rosselli, il think tank nel cui cda sono rappresentate
alcuni tra le maggiori relt imprenditoriali, istituzionali e
bancarie italiane, ci sono quelle, solo per citarne qualcuna, del direttore d`orchesta Uto Ughi, di Giampaolo Letta, ad di Medusa Film, di Mario Boselli, presidente della Camera nazionale della
moda italiana, di Giuseppe De Rita, segretario generale del Censis, di Daniel John Winteler, presidente di Federturismo Confindustria e di Alpitour, dell`architetto Massimilano Fuksas,
del regista Pupi Avati, del cantante Lucio Dalla o quella dell`editrice Martina Mondadori. Tutti d`accordo nel sottoscrivere il manifesto bipartisan elaborato da Elkann
per rilanciare la cultura e il bello come motore dell`economia
del Belpaese. Il progetto passa attraverso la televisione,
l`architettura, il cinema, i libri, l`artigianato, i musei, il design, la musica, le citt d`arte le tecnologie e, naturalmente,
il fisco, per sottoporre al mondo della politica una serie di soluzioni per "sfruttare" al meglio le enormi potenzialit del made in Italy culturale, troppo spesso sottovalutato o volutamente avvilito. Come per esempio la televisione. Il manifesto, firmato anche da Pippo Baudo, chiede, per esempio,
che tv, radio, mass media e internet si impegnino a comunicare valori e contenuti per avvicinare un sempre maggior numero di cittadini al bello. E servizio pubblico radiotelevisivo, cos, dovrebbe rivedere i propri palinsesti e inserire programmi dedicati al teatro, alla musica, ai libri, alla danza o ai libri con nuovi linguaggi che ne favoriscano la godibilit da parte di un vasto pubblico, e non dovrebbe pi relegare ad orari impossibili la trasmissione di programmi culturali o di valore etico e formatico La Rai dovrebbe poi promuovere fiction che presentino e rappresentino luoghi e stili d vita italiani e comunque conservare la memoria storica del paese in film che
raccontino figure di grande rilievo; ma anche garantire la messa in onda di film italiani in prima serata o destinare parte
delle risorse della Rai per la produzione e l`acquisto di opere cinematografiche italiane ed europee.
Il manifesto, intitolato Italia, paese della cultura e della bellezza chiede ai futuri governanti che le politiche di promozione del turismo siano centralizzate e non pi disperse in una comunicazione distribuita in mille canali di scarso impatto complessivo, e che vengano sviluppati progetti di integrazione tra diversi tipi di turismo (culturale, congressuale, balneare, enogastronomico, religioso, termale etc) per rendere pi forte e, per certi versi. unica, la destinazione Italia. Ma soprattutto alla leva fiscale che il pacchetto di Elkann dedica molte parti (la spesa pubblica statale per beni e attivit culturali rappresenta solo lo 0,30% del bilancio dello Stato, e colloca l`Italia al 10 posto in Europa). In materia di turismo,
per esempio, andrebbe riallineato il sistema fiscale italiano a quello degli altri paesi europei (per esempio sull`Iva: in Italia l`aliquota applicata al settore al 10%, contro il 5,5% della
Francia). Per promuovere sovvenzioni da parte di privati per la salvaguardia e la valorizzazione di beni culturali, il documento propone che i contributi diano diritto a crediti d`imposta pari al 15-20% della somma versata da utilizzare per la dichiarazione dei redditi di quell`anno o di anni successivi.



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news