LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - A Guzzo la nuova maxi-soprintondenza
Carlo Avvisati
Il Mattino 27/03/2008

I SEGNALI erano forti e chiari gi da mesi: lo scontro sulle nuove destinazioni dei soprintendenti archeologi Guzzo e Nava
sarebbe stato duro. Ieri l`altro c`era stato un primo assaggio: le voci di dentro raccontano di arroccamenti e di salde prese di posizione tra gli schieramenti. Ogni decisione, tuttavia,
era stata rinviata a ieri, a causa dell`assenza del direttore regionale campano ai Beni Culturali, Luciano Scala. Quindi il finale, ieri pomeriggio, al ministero per i Beni Culturali, allorch i due schieramenti hanno dovuto giocoforza sciogliere il nodo sul nome. E la cordata pro-Guzzo ha prevalso.
Sar quasi certamente Pietro Giovanni Guzzo il Soprintendente archeologo del nuovo istituto nato dal riaccorpamento delle soprintendenze di Napoli e Pompei. Dunque, dopo ben 27 anni di autonomia, la firma che Francesco Rutelli metter in calce al decreto con il quale viene proposto Pietro Giovanni Guzzo, gi Soprintendente archeologo di Pompei, quale responsabile della nuova soprintendenza, metterebbe fine alla divisione tra le due
maggiori realt archeologiche campane, e certamente tra le pi importanti al mondo per i tesori posseduti. La neo-soprintendenza, che perder il territorio casertano, comprende l`intera fascia costiera: da Baia, a Pozzuoli, a
Napoli, a Sorrento e Capri. Spingendosi all`interno sino a Nola.
Il condizionale sui nomi dei nuovi soprintendenti, tuttavia, ancora d`obbligo in quanto la scelta dei funzionari di II livello (soprintendenti, direttori di biblioteche) e gli uffici di
cui saranno titolari, per adesso ancora una proposta che sar portata oggi o al massimo domani al ministro.
Tocca sempre a Rutelli l`ultima parola su quanto deciso dai segretari generali di settore e dai dirigenti regionali. Il
responsabile di via del Collegio Romano, accorpando Napoli e Pompei, dunque, scrive anche la parola fine all`esperimento
di autonomia economica, amministrativa e finanziaria che
aveva puntato sul modello Pompei quale metro di paragone per altre realt culturali italiane. La decisione del ministro di rimettere assieme beni, gestioni e uffici non indolore e
certamente provocher strascichi e polemiche sia tra gli archeologi sia tra le diverse sigle sindacali. Per ora la Uoil,
perbocca del rappresentante nazionale Gianfranco Cerasoli, auspica che il provvedimento riesca finalmente a rilanciare la Soprintendenza: non solo quella di Pompei, ma anche quella di
Napoli. Duro il commento di Claudio Calcara di Cisl che per le scelte ipotizza pressioni e criteri poco trasparenti.
Nello sconvolgimento generale delle archeologiche campane, le nuove proposte di sede farebbero saltare anche la poltrona di Mario Pagano, che aveva firmato il contratto di dirigente della Soprintendenza archeologica di Salerno, Avellino e Benevento
appena il 4 febbraio scorso e che ora andr a Caserta. La sede di Salerno andr invece a Maria Luisa Nava, che dunque si sposterebbe da Napoli per occupare un ufficio altrettanto prestigioso, considerato che tra le realt di quella soprintendenza ci sono evidenze di assoluto valore quali le greche Paestum e Velia. Dalla Soprintendenza di Salerno si stacca il territorio di Benevento che, accorpato con Caserta, former la nuova soprintendenza archeologica Caserta-Benevento, con
sede a Caserta.
Di altre divisioni e accorpamenti saranno oggetto le vecchie soprintendenze storiche, artistiche, architettoniche e demoetnoantropologiche. A Salerno, ad esempio, ci sar una Artistica e Storica, coordinata da Stefano Gizzi (Zampino va a Latina) che includer anche Avellino, lasciando da sola
quella Architettonica. Quella di Napoli perder la provincia e avr molto probabilmente quale responsabile Maurizio Galletti. Il territorio provinciale di Napoli andr a unirsi alla soprintendenza ai Beni Architettonici di Caserta con a capo Enrico Guglielmo. Napoli citt si unir al Polo Museale
di Nicola Spinosa.



news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news