LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sacro Monte, le perplessit crescono. Anche Sgarbi e Bertelli contrari
R.P. / L.T.
www.artevarese.com 20-03-2008

L'ex sovrintendente ribadisce la sua posizione: "Non intacchiamo questa perfetta unit devozionale ed artistica". L'ex parlamentare: "Un progetto da fare, ma non l". Fontana: "Non ne parlo pi finch non conosco l'orientamento dell'Unesco e degli uffici competenti"


Varese:

Vittorio Sgarbi
La preoccupazione monta - L'Unesco ma non solo. Il livello di interesse intorno al progetto varesino per il Sacro Monte sta lentamente crescendo di misura e di intensit. Un interesse venato di preoccupazione nelle ultime ora sta montando in ambienti che non sono pi quelli del perimetro varesino.
La rassegna stampa che ha accompagnato sin qui il progetto arrivata non solo negli uffici dell'Unesco ma anche sul tavolo della Direzione Generale per i beni architettonici, storico artistici ed etnoantropologici nelle sedi romane del Ministero dei Beni Culturali. Non in gioco tanto la liceit teologica dell'idea, quella verr semmai in un secondo momento, ma la
legittimit stessa di andare ad intaccare un bene vincolato. E il Sacro Monte lo . Non tanto per la Via Sacra, ma in quanto valore
paesaggistico-culturale in senso lato. Questo il criterio dell'Unesco, per dire; in questo ambito si fissano i paletti del Codice Urbani. E il via libera annunciato dal Parco Campo dei Fiori non un passo amministrativo che lasci tranquilli. Lo stesso sindaco Fontana incontrer a breve Gino Famiglietti, di recente nominato dal ministro Rutelli Direttore generale del
settore cultura per la Lombardia. Un incontro esplorativo, commenta il sindaco "proprio per capire se c' la disponibilit del Ministero e dello stesso Unesco".

Altri perplessi - Ma intanto il fronte del no o quanto meno dei perplessi si allarga; alla lista si aggiungono anche Vittorio Sgarbi e Carlo Bertelli che nell'ipotetico confronto tra il progetto Panza e le riserve espresse per primo dall'architetto Guglielmo Mozzoni, non hanno dubbi al momento da che parte stare. "Il mio parere assolutamente negativo - ha dichiarato
tranchant Sgarbi raggiunto telefonicamente - i Sacri Monti sono sacri, appunti, e quello di cui si parlato mi pare proprio una insensatezza. Un bel progetto, ma non da fare l. Lo si faccia da un'altra parte".
Un'unit storica precisa, una spettacolarizzazione devozionale e artistica che non deve subire alcuna aggiunta. Anche Carlo Bertelli, storico e critico d'arte, gi soprintendente ai beni artistici e storici di Milano e direttore della Pinacoteca di Brera, nonch autore tra i pi prolifici degli ultimi
decenni, includendo anche gli studi su Masolino e sulla Collegiata di Castiglione Olona, non ha molti dubbi in merito all'ipotesi di modificare la nozione attuale di Sacro Monte.


Carlo Bertelli

L'entit precisa - Uno che di polemiche sul Sacro Monte ha gi vissuto, proprio Bertelli le cui prese di posizione in qualit di sovrintendente si ricordano ancora oggi: e se per Sgarbi l'intervento del pittore siciliano "cercava in qualche modo di armonizzarsi nel contesto", la divergenza di Bertelli fu ben pi dura: "Mi battei, invano, contro l'innesto del Guttuso -
ricorda oggi - e invano mi battei contro la collocazione dell'opera di Bodini davanti al santuario. Oggi tempo, credo, di capire meglio il passato".
"I Sacri Monti - continua Bertelli - costituiscono un'entit storica precisa. Una manifestazione devozionale e di spettacolarizzazione che costituiscono un capitolo importantissimo nella storia dell'arte e religiosa del Nord Italia. La volont di integrazione con altre forme di arte pensando di rendere pi attuale il loro messaggio, sarebbe solo un torto". Il sasso nello stagno lanciato da Mozzoni sta facendo breccia. "Mi sembra molto pertinente - chiosa Sgarbi - il suo monito alla conservazione dell'esistente".

Prima regola, il rispetto - Il professore e l'ex onorevole sono tra quanti in questi giorni si stanno muovendo, cercando di capire di pi e meglio.
Bertelli, in particolare, ha avuto modo nelle ultime ore di parlare della questione a Salvatore Settis, direttore della Scuola Normale Superiore, ma anche direttore del Laboratorio Interdisciplinare per la Ricerca, progettazione e gestione del Patrimonio culturale. "Ed anche lui - anticipa
Bertelli - mi pare sia convinto che l'unit del sito vada preservata e rispettata". Cosa intenda per capire meglio il passato chiaro. "Significa renderlo attuale in tante forme: anche facilitandone l'accesso, anche studiando manifestazioni adatte, ma soprattutto rispettandolo. Questa la lezione che dobbiamo apprendere. Qualunque aggiunta significa mancare di
rispetto a quello che abbiamo ereditato".
E sempre in merito alla valorizzazione senza forzature l'assessore Sgarbi annuncia che gi costituito un comitato di studiosi in vista di una mostra dedicata proprio alla cultura dei Sacri Monti; un appuntamento itinerante che toccher Milano, Varese e Varallo. Il Morazzone sar in prima fila, con
grande soddisfazione del sindaco Fontana.



news

13-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news