LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Appia Antica, una legge per tutelarla - La Regina: Norma innovativa
Piero Macchioni
Il Tempo, Cronaca di Roma 05-DIC-2003

Firmatari oltre sessanta parlamentari e sette capigruppo di maggioranza e opposizione

Stanziati sessanta milioni di euro in tre anni.

Bordon: importante che su un tema come questo ci sia una convergenza bipartisan di tutte le forze politiche.

UN DISEGNO di legge per far tornare l'Appia la regina viarum che era per i romani. Non una colata d'asfalto ma un complesso di norme che tutelino e valorizzino la strada, da Roma a Brindisi.

questo quanto compreso in un disegno di legge trasversale che porta la firma di 66 parlamentari e 7 capigruppo di maggioranza e opposizione: primo firmatario il capogruppo della Margherita, Willer, seguito da nomi del calibro di Francesco Cossiga, Nicola Maccanico, Lamberto Dini, Giuliano Amato e Francesco D'Onofrio.

Il disegno di legge prevede lo stanziamento di 60 milioni di euro in tre anni, considerata una cifra comunque interessante considerate le disponibilit attuali, e fa cardine principalmente su due princpi: quello della tutela come condizione per avere degli incentivi e quello del protagonismo delle istituzioni che gi esistono, Regioni, Comuni e Sovrintendenze.

Contento dell'iniziativa, il capo della Soprintendenza Archeologica di Roma, Adriano La Regina: una legge innovativa per due motivi. Sotto il profilo culturale, perch da per la prima volta un riconoscimento normativo al monumento della via Appia nel suo complesso; e poi si interviene in applicazione di norme esistenti senza dover ricorrere a norme esistenti che richiederebbero secoli di procedure amministrative. E tutto questo senza togliere le garanzie a tutela dei cittadini.

Che sul disegno di legge ci siano le firme di tutti i gruppi parlamentari tranne uno (evidentemente la Lega Nord) lo ha ricordato proprio il primo firmatario, Bordon: importante che su un tema come questo ci sia una convergenza bipartisan di tutte le forze politiche. Arriviamo con 120 anni di ritardo sulla prima iniziativa e sarebbe bene recuperare il tempo perduto. Quindi chieder gi alla prossima conferenza dei capigruppo un percorso accelerato per l'esame del provvedimento.

Il ritardo cui ha fatto riferimento il parlamentare riconducibile addirittura al 1887 quando i ministri Baccelli e Borghi proposero la creazione di un grande parco archeologico da Roma a Brindisi seguendo il percorso dell'Appia. In quel caso il progetto non fu mai realizzato. Oggi ci si riprova, coinvolgendo politicamente anche le istituzioni locali e tecniche delle regioni attraversate da quella che i romani chiamavano regina delle strade: Lazio, Campania, Basilica ta e Puglia. Parallelamente stato elaborato un semplice logo per l'area archeologica della via Appia, ed stato costituito un comitato civile aperto a Legarnbiente, Wwf e Italia Nostra che continuer ad operare fuori dai palazzi su questa questione.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news