LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CODICE - Un codice rinnovato per tutelare il paesaggio italiano
Marta Ragozzino
22 marzo 2008 - il manifesto




Va riconosciuto a Francesco Rutelli l'aver chiuso in bellezza il suo breve mandato di ministro della cultura. D'ora in poi si potr dire infatti che sotto la sua egida il paesaggio italiano - da decenni condannato alla umana devastazione (pur essendo, nella sua straordinaria sintesi di natura e cultura, uno degli elementi fondanti della nostra identit nazionale) - stato, se non proprio salvato, come si auguravano le associazioni ambientaliste e culturali, almeno dotato di strumenti protettivi pi efficaci.
Dopo un affannoso iter legislativo concluso appena in tempo, e nonostante l'iniziale ostracismo di alcune regioni non disposte a cedere allo Stato una virgola nell'amministrazione del territorio, il 19 marzo il Consiglio dei ministri riuscito infatti ad approvare alcune importanti modifiche al tanto criticato Codice dei beni culturali e del paesaggio, emanato dal governo Berlusconi nel 2004, in forza di una legge delega che gi prevedeva, per fortuna, possibili correzioni, da effettuarsi per entro l'aprile 2008.
Le modifiche, che perfezionano e integrano quelle gi introdotte nel 2006 (con cui gi si era cominciato a sciogliere i passaggi peggiori del Codice), comprendono decisive norme che restituiranno allo stato le redini della tutela e imporranno alle regioni - colpevoli di aver tanto spesso subdelegato ai comuni gli strumenti territoriali e urbanistici ottenuti con le riforme degli anni '70 - la copianificazione paesistica. Costretti insieme, stato e regioni difenderanno meglio i boschi, le coste, le campagne, le citt storiche dallo scempio perpetuato dai nuovi vandali di casa nostra.
Grazie a un rigoroso sistema di autorizzazioni e, soprattutto, al parere finalmente vincolante del ministero e delle soprintendenze, villettopoli, ecomostri e cementificazioni selvagge potranno essere impediti, evitando, si spera, la vergogna di future Punte Perotti o Monticchiello. Contenute negli schemi di due decreti legislativi, distinti ma collegati in quanto a filosofia e impianto, le sostanziali novit - frutto del lavoro di una commissione di esperti guidata da Salvatore Settis - non riguardano naturalmente solo il paesaggio, che acquista una pi stringente definizione, bens anche i beni culturali, come prevede l'articolo 9 della Costituzione, che assegna alla Repubblica il compito di tutelare contestualmente il paesaggio e il patrimonio storico artistico della nazione.
In questo ambito, le principali correzioni riguardano il miglior coordinamento con le disposizioni comunitarie (soprattutto dopo la ratifica delle convenzioni Unesco sul patrimonio intangibile e sulla diversit culturale), la circolazione internazionale (rispetto alla quale i beni culturali non sono pi assimilabili a merci), la disciplina di salvaguardia del patrimonio immobiliare pubblico (che la legge berlusconiana permetteva di alienare), il problema dell'insegnamento del restauro e della qualifica dei restauratori (che trova una prima definizione dopo anni di impasse).
Sia il paesaggio che il patrimonio culturale sono beni comuni, appartengono alla collettivit, al di l della specifica propriet dei singoli beni. Con questo rinnovato Codice, che si richiama al dettato dell'articolo costituzionale, uno dei pi innovativi di tutta la Carta (come ebbe modo di dire anche Ciampi), Rutelli mostra di avere capito che il dovere primo di chi amministra la cosa pubblica conservare paesaggio e patrimonio culturale e trasmetterli il pi integri possibile alle generazioni future, senza cercare vanamente di fare cassa alienando, valorizzando, speculando.



news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news