LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Biennale Non un testo blindato promette il viceministro Bono
Enrico Tantucci
Nuova Venezia-Mattino di Padova-Tribuna di Treviso, 5 DIC 2003




Oggi un Cda caldo, lo stesso governo si dice disposto a rivedere il decreto
Tutti contro la Consulta
Gli ex direttori in difesa dell'autonomia

La "famigerata" Consulta di enti di controllo della Biennale sembra sul punto di sparire, dopo il pressing da destra a sinistra di questi giorni, anche se si cerca gi un rimpiazzo. L'ammissione arriva non dal ministro dei Beni Culturali Vittorio Urbani, ma dal suo sottosegretario Nicola Bono, intervenuto ieri alle Giornate del Cinema Italiano, a Roma, sul decreto di riforma.
Il Governo ha detto Bono non ha mai preteso blin-dature del testo che, al contrario, aperto a tutti i contributi soprattutto ovviamente provenienti dal Parlamento. In particolare sulla Consulta scientifica non ci sono obiezioni alla sua eventuale soppressione. E' bene chiarire, comunque, che l'intenzione del Governo era di facilitare il lavoro del Consiglio di amministrazione a coadiuvandolo con il parere di tutte le principali istituzioni, a livello nazionale, impegnate nella produzione e nella promozione di attivit culturali, che avrebbero trovato nella Consulta un luogo di confronto e di lavoro comune. Se si ritiene che lo strumento della Consulta inadeguato, rimane dunque da definire un organismo che possa svolgerne le funzioni e in questo senso il Governo proporr quanto prima una soluzione.

Intanto anche prestigiosi ex direttori della Biennale scendono ora in campo a difesa dell'autonomia dell'istituzione gravemente minacciata dal decreto legislativo predisposto dal Ministro per i Beni e le Attivit Culturali Giuliano Urbani.
Annunciano un'assemblea aperta per sabato 13 dicembre a Roma, in Campidoglio e si augurano che Moritz de Hadeln venga riconfermato per il 2004 direttore della Mostra del Cinema anche quale forte segnale di autonomia da parte del Consiglio di amministrazione della Biennale che si riunisce oggi.
Uniti nella mobilitazione ci sono ex direttori della Mostra del Cinema come Felice Laudadio coordinatore dell'iniziativa Alberto Barbera, Gillo Pontecorvo, Carlo Lizzani; delle Arti Visive come Achille Bonito Oliva e Germano Celant; del Teatro come Luca Ronconi, Giorgio Barberlo Corsetti, Franco Quadri; della Musica, quali Bruno Canino e Mario Messi-nis; della Danza, come Caro-lyn Carlson e Frederc Fla-mand; di Architettura come Massimiliano Fuksas e Francesco Dal Co, e sono in arrivo altre adesioni. Compito delicato dunque, quello del Consiglio di amministrazione di oggi che dovrebbe esaminare i programmi della Mostra del Cinema e di Architettura e, secondo quanto gi annunciato dal presidente della Biennale Franco Bernab, limitarsi a esaminare quello proposto da de Hadeln senza rinominarlo inviandolo poi al ministro, come da lui richiesto, perch sia Urbani a dire l'ultima parola.

Una linea "burocratica", legata alla considerazione che tra pochi mesi il Consiglio, approvata la riforma, decadr e con esso anche l'eventuale riconferma del critico svizzero. Ma, in nome dell'autonomia declinale della Biennale e degli impegni gi assunti, ci sono consiglieri come Amerigo Restucci e Valerio Riva pronti a dare battaglia perch de Hadeln sia comunque nominato, continuando cos a lavorare. Ma che la riforma di Urbani piaccia sempre meno, appare ormai chiaro.

Dopo l'incontro con i parlamentari veneti del centrodestra che gli hanno espresso le proprie perplessit su alcuni punti della riforma, ieri anche in Commissione Cultura del Senato, che sta esaminando il provvedimento, arrivato un altro segnale negativo da Forza Italia. Lo riferiscono il senatore veneziano dei Ds Marcello Basso e il capogruppo in Commissione Maria Chiara Acciarini.

In particolare spiega Basso il relatore di maggioranza Giampietro Favaro ha suggerito al Governo di considerare la possibilit di sopprimere la consulta, rilevando che "la sua istituzione rischierebbe di appesantire la struttura organizzativa della Biennale e inserirebbe soggetti estranei nella formulazione dei programmi e degli indirizzi". Da parte sua, il presidente della Regione Giancarlo Galan ha inviato due lettere ai capigruppo di Forza Italia di Camera e Senato, ribadendo la sua posizione sulla Biennale e che in quel decreto ci sono molte cose che devono essere cambiate e la strada quella indicata dall'ordine del giorno unanime del Consiglio comunale di Venezia, primo firmatario Renato Brunetta.
Anche i parlamentari Veneti dell'Ulivo e di Rifondazione esprimono soddisfazione per la presa di posizione sulla Biennale dei loro colleghi della Casa della Libert e chiedono - oltre a una presa di posizione autonoma e netta da parte del Consiglio che si riunisce oggi l'abolizione della Consulta, della possibilit per il ministro di emanare atti di indirizzo sull'attivit dell'istituzione e il fatto che sia garantito che la Biennale non possa essere svenduta a soci privati. Intanto ieri anche il Consiglio Provinciale ha votato in modo unanime un documento simile a quello del Consiglio comunale a difesa dell'autonomia della Biennale. Cos hanno fatto il Senato Accademico e il Consiglio della Facolt di Design e Arti dell'Iuav.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news