LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CODICE : Reazioni di Rutelli, De Castro, Realacci e Crespi
ItaliaOggi - Giustizia e Società del 20/3/2008




Una «decisione storica perché sistema una materia sulla quale c'è vasta preoccupazione nell'opinione pubblica, nelle associazioni di tutela del paesaggio, nella cittadinanza intera che ha visto crescere le minacce per un bene vitale del nostro paese, che rappresenta la memoria, il presente e una risorsa per il futuro»: la rivendicazione è del ministro per i beni culturali, Francesco Rutelli, a margine del Consiglio dei ministri che ieri ha dato il via libera alla riforma del codice dei beni culturali e del paesaggio.

Il restyling delle norme «è frutto di un lavoro paziente, durato due anni», per il quale il vicepremier ha ringraziato «la conferenza Stato-regioni e il parlamento che ha riunito le commissioni nella fase preelettorale con un atteggiamento costruttivo anche da parte dell'opposizione, visto che la delega stava per scadere».


Secondo il ministro, le riforme al codice «assicurano più tutela e meno burocrazia».

Canta vittoria anche il ministro per le politiche agricole, Paolo De Castro, che avverte: «Gli alberi monumentali saranno protetti dal codice. Finalmente un patrimonio straordinario di biodiversità e specie rare e di pregio sarà tutelato dallo stato come accade per beni archeologici».

Al coro si associa anche Ermete Realacci, presidente della commissione ambiente della camera: «È un bel risultato. Con l'approvazione del codice del paesaggio il paese si dota di uno strumento per garantire l'integrità del territorio da speculazioni, abusivismo edilizio, degrado e abbandono. Il codice, prosegue Realacci, è frutto di una proficua collaborazione fra governo, regioni e parlamento, ma anche un caso di stabilità fra il lavoro di due governi che si sono succeduti, considerando alcuni elementi di continuità con il codice Urbani».

Infine, il Fai-Fondo per l'ambiente italiano. In una nota firmata da Giulia Maria Crespi, presidente Fai si legge: «Queste nuove norme destinate a cambiare uno status quo legislativo che aveva portato al saccheggio sistematico del paesaggio in molte regioni italiane vedono il reinserimento dello stato attraverso le sovrintendenze nel processo decisionale di gestione e di pianificazione del territorio; il che non vuol dire diminuire il ruolo degli enti locali su questo tema cruciale ma integrarlo con quello dello stato così come affermato dall'art. 9 della nostra Costituzione».





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news