LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Servizi d'avanguardia per i beni culturali
IL DENARO del 15-03-2008 num. 050



Prosegue il viaggio del Denaro fra i Centri regionali di competenza, strutture nate da un progetto della Regione Campania con l'obiettivo di creare un ponte attivo tra impresa e ricerca scientifica. Ogni due settimane, puntiamo i riflettori su uno specifico Centro, attraverso quattro puntate (due ogni sabato) ad esso dedicate. Questa settimana, Filippo Terrasi, ordinario di Fisica applicata ai beni culturali ed ambientali presso la Seconda Universit di Napoli, illustra i le potenzialit e le caratteristiche del Centro di ricerche isotopiche per i Beni ambientali e culturali (Circe), uno dei principali poli tecnologici su cui poggia Innova', il Centro regionale di competenza per lo sviluppo ed il trasferimento dell'innovazione applicata ai Beni culturali e ambientali. "Grazie alle tecnologie che mettiamo a disposizione delle imprese di settore spiega Terrasi - siamo grado di offrire una serie di servizi analitici e diagnostici all'avanguardia". E annuncia: "Stiamo lavorando alla creazione di una rete nazionale che metta insieme strumentazioni e competenze integrate: un'interfaccia attraverso la quale anche i soggetti privati possano operare grazie alle nostre competenze e al supporto tecnologico".





Una rete integrata di conoscenze e tecnologie per le piccole e medie imprese che operano nel settore dei beni culturali e ambientali. Questo il progetto lanciato da Circe, il Centro di ricerche isotopiche per i Beni ambientali e culturali, uno dei principali poli tecnologici che fanno parte del Centro di competenza regionale "Innova". Obiettivo principale del progetto promosso dal centro, rendere gli operatori privati in grado di interfacciarsi con gli strumenti e i centri di ricerca che fanno parte di Circe, nell'ottica di trasferimento tecnologico e di conoscenze propria delle attivit dei centri di competenza regionali. "Tra gli strumenti che l'ente mette a disposizione spiega Filippo Terrasi, ordinario di Fisica applicata ai beni culturali ed ambientali presso la Seconda Universit di Napoli e ricercatore presso il centro Circe - esiste il laboratorio di Spettrometria di massa ultrasensibile, basato su un acceleratore elettrostatico tandem, la cui applicazione pi nota consiste nella datazione di reperti archeologici con la tecnica del carbonio quattordici. Il nostro obiettivo spiega Terrasi promuovere le attivit di trasferimento tecnologico a favore di imprese produttrici di apparecchiature o servizi nel campo della diagnostica di beni culturali, in particolare per quel che riguarda datazioni e misurazioni di percentuali di isotopi stabili: informazioni utili alle imprese impegnate soprattutto nel campo del restauro di opere d'arte". Un servizio altamente qualificato, quindi, quello offerto da Circe che non si ferma al settore privato, come spiega Terrasi: "Oltre alle imprese private, la gran parte del mercato al quale facciamo riferimento quello del settore pubblico, nel quale offriamo a ricercatori e addetti ai lavori nel campo dei beni culturali, servizi di analisi e diagnostica e mettendo a disposizione i nostri laboratori alle Sopraintendenze e alle Universit". Una serie di attivit, quelle offerte da Circe, che abbracciano settori diversi: "Uno dei servizi pi innovativi che il centro offre, l'impianto di ioni radioattivi nei materiali per verificarne il grado di usura: un tipo di analisi che interessa principalmente i settori aeronautico e biomedico, ma anche altri ambiti operativi. Una procedura che opera sul piano micrometrico, grazie all'utilizzo dell'acceleratore elettrostatico". Altro settore di intervento, invece, quello che riguarda il nucleare: "Stiamo per siglare una collaborazione con la societ di gestione di Impianti elettronucleari (Sogin), impresa di calibro nazionale che spiega Terrasi - dal 1999 si occupa dello smantellamento degli impianti nucleari di propriet di Enel spa. Grazie alla nostra tecnologia diagnostica all'avanguardia, saremo in grado di rilevare con margini di errore minimi, la presenza sul territorio di isotopi di uranio e plutonio, elementi radioattivi utilizzati come combustibile nei reattori nucleari e per scopi bellici. Un progetto che punta a soddisfare le richieste di enti europei come l'agenzia internazionale per l'Energia atomica (Iaea), ovvero l'analisi di campioni di materia, per ricostruirne la storia e determinando se gi stato irraggiato attraverso reattori nucleari o se sono il risultato di fallout (pioggia radioattiva), conseguenza degli esperimenti nucleari effettuati nell'atmosfera terrestre nel corso degli anni cinquanta e sessanta, prima della stesura del Trattato di Non proliferazione nucleare. Contiamo di ottenere i primi risultati per la fine del 2008".







news

21-04-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 aprile 2019

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

Archivio news