LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Premi immediati e detrazioni ma solo per i 'tombaroli' onesti
Elena Polidori
la Repubblica, 3/12/2003

L'etrusco provvede ancora. Per cui se una volta chi trovava un coccio, un vaso, un'anfora, una statua o qualsiasi bene archeologico, riceveva a fatica una ricompensa adesso, col nuovo Codice dei beni culturali pu avere subito un acconto in denaro sul premio (pari ad un quinto del valore) o se crede, pu ricevere in cambio uno sconto fiscale di pari importo. Magari il tombarolo non interessato, perch svolge lavori illegali, ma per tutti gli altri la detrazione di imposta pu rivelarsi preziosa. L'esperienza insegna che i ritrovamenti, in certi casi, sono un tesoro.
Di recente, per esempio, il proprietario di un terreno a Guidonia ha ricevuto 130 mila euro perch dalle zolle emersa la cosiddetta Triade capitolina, un prezioso blocco unico scolpito con le figure di Giove, Giunone e Minerva. Un premio doppio l'ha avuto il titolare di un'area a Velia, a sud di Paestum, dove sono saltate fuori le strutture urbane di un'antica citt. 200 mila euro sono andati al titolare di un immobile di Roma che, ristrutturandolo, s' trovato davanti una Domus di straordinaria bellezza. 100 mila euro stato invece il premio per un proprietario terriero di Rutigliano, in Puglia, che ha scovato ceramiche e bronzi di rara finitura. Tutto questo, solo negli ultimi due anni quando sono stati pagati 2,5 milioni di euro ai trovatori, come vengono chiamati i tombaroli occasionali. Anche un coccetto, se di pregio, pu valere fino a 3000 euro.
Naturalmente non tutto oro quel che splende. Perch lo Stato non sborsa mai pi del 25% del valore e con grande calma. E perch questa stima determinata in base ad un mercato pi nero che bianco, con riferimenti reali solo all'estero, poich una legge del 1939 vieta in ltalia commercio e possesso dei beni archeologici. Per fissare il prezzo, gli esperti si ispirano ad antichi registri inventariali dei materiali e alle stime che le assicurazioni elaborano quando un bene va in mostra. Perci, inevitabilmente, fioccano i contenziosi. E' il caso della celebre Tabula Cortonensis, tra le pi lunghe iscrizioni etrusche in bronzo mai conosciute, trovata nel '92 da un carpentiere nei pressi di Arezzo. Lo scopritore chiese un miliardo di lire ma fu contestato e tra processi e lungaggini varie il denaro non ancora stato pagato. Al contrario, l'archeologo subacqueo che nel 1972 ha trovato in Calabria i colossali Bronzi di Riace che Pertini volle al Quirinale per due settimane, fu liquidato subito con 72 milioni di lire dell'epoca (37 mila euro): oggi quei soldi varrebbero 506 mila euro. Comunque, i premi arrivano, al ritmo di circa 100 l'anno. Ma solo per gli scopritori fortuiti che ne facciano denuncia entro 24 ore e che non si siano introdotti furtivamente nei fondi altrui, i tombaroli, appunto.



news

23-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news