LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - Via l' ecomostro. S a campus e parco
Soglio Elisabetta
10 MARZO 2008, IL CORRIERE DELLA SERA

Il camper del Corriere aveva segnalato il degrado della zona. Ieri un rave party nell' hotel abbandonato

Sparir dopo 20 anni l' albergo dei Mondiali. Masseroli: investire nelle periferie

La storia dell' ecomostro milanese, lo scheletro del mai finito albergo dei Mondiali del ' 90, monumento all' inefficienza innalzato lungo la tangenziale est, tra Ponte Lambro e Monlu, potrebbe concludersi nel giro di un paio di anni. L' assessore comunale all' Urbanistica, Carlo Masseroli, lancia la scommessa: Sparisce l' ecomostro di Ponte Lambro. Al suo posto, un albergo, un campus universitario, servizi per gli studenti e il quartiere e la sistemazione delle sponde del Lambro con la creazione di un parco fluviale. Il master plan elaborato dalla societ Beni Stabili, proprietaria dell' area e ansiosa di togliere lo scheletro dal proprio patrimonio, pronto: Aspettiamo nel giro di qualche settimana il progetto definitivo per poter firmare la convenzione. Se tutto fila liscio - anticipa l' assessore - entro la fine del 2008 potremo dare il via ai lavori che si concluderanno in un paio di anni.

La storia *** Dal Mundial al degrado
Dopo 20 anni via l' ecomostro. Rinasce Ponte Lambro
Pronto il piano. In arrivo un campus per studenti e un parco. Sar riqualificata l' area fluvialeIl master plan della societ proprietaria dell' area e dell' albergo prevede il recupero delle due ali laterali

Sparir l' ecomostro di Ponte Lambro. L' assessore all' Urbanistica, Carlo Masseroli, l' ha presa ormai come una questione personale e si dice pronto a giocarsi la faccia sul futuro dello scheletro che da quasi 20 anni fa mostra di s lungo la tangenziale est, tra Ponte Lambro e Monlu all' interno del Parco Sud. Cos, assicura: Abbiamo gi pronto un progetto che entro qualche settimana verr perfezionato e poi partir l' iter. Il master plan elaborato da Beni Stabili, societ proprietaria dell' area e dell' albergo mai finito, prevede il recupero delle due ali laterali del volume esistente: in una verr costruita una struttura alberghiera pi piccola di quella inizialmente pensata. Nell' altra ala edificata, e adeguatamente ristrutturata, sorger un campus universitario all' interno del quale saranno inseriti servizi a disposizione dell' intero quartiere. Non solo. Nella sistemazione dell' area si riuscir anche a inserire l' intervento per il risanamento dell' area fluviale del Lambro, tutelata dal magistrato del Po, con un parco fluviale naturalistico di circa 17 ettari, collegato a Monlu da un percorso pedonale e ciclabile. L' accessibilit sar garantita da un asse viario di collegamento tra Ponte Lambro e il nodo di via Mecenate e l' area aeroportuale di Linate. Stiamo parlando di quasi 240 mila metri quadrati di terreno, abbandonate e divenute con gli anni rifugio di tossicodipendenti stranieri senza fissa dimora, disagio e devianza in genere. In mezzo, monumento all' inefficienza, lo scheletro dell' albergo che avrebbe dovuto essere concluso per i Mondiali di calcio del ' 90. L' idea della demolizione - spiega Masseroli - non era perseguibile per un problema di costi. La societ proprietaria dell' edificio si era opposta e procedere per vie legali avrebbe chiesto tempo e avrebbe potuto avere come conseguenza la disponibilit di un' area s sgombra, ma di fatto inutilizzata e inutilizzabile. Dopo una lunga trattativa, l' amministratore delegato di Beni Stabili, Aldo Mazzocco, aveva presentato l' alternativa che ha tenuto conto delle esigenze elencate dal Comune, a sua volta sollecitato dal quartiere: Per noi - prosegue Masseroli - questa l' opportunit di restituire vita ad un' area di fatto bloccata. Non si tratta soltanto di togliere un ecomostro da Milano, ma di ripensare allo sviluppo di Ponte Lambro, inserendo questo progetto all' interno di un piano pi complessivo. Fra l' altro, potremo riqualificare uno spazio eccezionale, dal punto di vista ambientale, ma maltrattato come il bacino del Lambro. Anche per questo sul progetto c' gi una disponibilit di massima della Provincia: l' assessore Bruna Brembilla, presidente del Parco Sud, aveva invocato una soluzione per la zona fin dal 2005 e aveva manifestato la massima disponibilit a collaborare con il Comune per la ricerca di una soluzione che avvantaggiasse ilo quartiere e la citt. I prossimi passaggi? Nel giro di qualche settimana riceveremo il progetto definitivo e a quel punto potremo sottoscrivere la convenzione, che non dovr passare in consiglio comunale. Se tutto fila liscio, come credo, entro la fine del 2008 potremo dare il via ai lavori, che si dovrebbero concludere nel giro di un paio di anni. *** Il progetto per un albergo da oltre 300 stanze era inserito nel piano per i Mondiali di calcio del 90. Ma i lavori si erano fermati prima del fischio d' inizio della partita inaugurale. Con gli anni la struttura, sempre pi fatiscente, diventata punto di ritrovo e aggregazione per tossicodipendenti e per clandestini senza fissa dimora. Negli anni, il Comune aveva pensato a diverse soluzioni: la trasformazione in un polo sanitario affidato al Besta; una permuta con la Cattolica per creare una caserma; l' abbattimento per lasciare solo verde agricolo. Ora, forse, la soluzione.







news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news