LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Parte il Progetto Medici bis. Nel mirino il padre della dinastia
Marco Ferri
Il Giornale della Toscana, 08-03-2008

Il Progetto Medici langue. Lultima riesumazione, allinterno delle Cappelle Medicee, risale al 30 maggio 2006. Poi pi niente. Colpa dei soldi che mancano e della mai sopita concorrenza tra gli atenei cionvolti, quello di Pisa e quello di Firenze, la cui convivenza sempre stata difficile. Allora circa un anno fa - considerata la lentezza con cui procedevano le indagini - alla professoressa Donatella Lippi, responsabile dellunit operativa fiorentina del progetto ideato dal professor Fornaciari di Pisa, venne lidea di uno studio parallelo che in pratica da ieri realt. Vi sono coinvolti: lUniversit di Firenze, 3 soprintendenze (Polo museale, beni architettonici e archeologica), lOpificio delle Pietre Dure di Firenze e, naturalemnte, lOpera Medicea Laurenziana. Questa sorta di Progetto Medici bis pone lattenzione sulle sepolture presenti nella Sagrestia Vecchia di San Lorenzo, nei pozzetti sotto alla tavola di marmo e porfido, ai lati del monumento di Giovanni di Bicci, il padre di Cosimo il Vecchio e considerato il capostipite della stirpe de Medici di Cafaggiolo, come la defin Gaetano Pieraccini negli anni 20. Profondi circa 80 centimetri, larghi 80 e lunghi il doppio, i due sepolcri dovrebbero contenere una ventina di orci con i visceri di alcuni personaggi di casa Medici e le ossa di altri - tra cui Giovanni di Bicci, sua moglie Piccarda Bueri, Clarice Orsini (moglie di Lorenzo il Magnifico), Maddalena de la Tour dAuvergne (moglie di Lorenzo Duca di Urbino), varie ossa di bimbi piccoli e di donne adulte. Oltre ai resti umani, dovrebbero tornare alla luce casse con brandelli di indumenti e di vari tessuti, tra cui ci che rimanedi una bandiera con la croce di Malta del Duca di Bracciano che una volta avvolgeva il nipote di Isabella de Medici (figlia di Cosimo I). In particolare lattenzione del gruppo di lavoro dovrebbe concentrarsi sulla ricerca di tre donne di casa Medici scomparse nel nulla secoli fa: Maria e Isabella (figlie di Cosimo I) e Dianora (moglie di Don Pietro). Nel caso siano ritrovate le loro ossa - e sar curioso conoscere in che modo lidentit verr loro restituita con certezza - si potr tentare di capire le cause della loro morte, giacch tutte e tre potrebbero non essere defunte per cause naturali. Da sottolineare che il contenuto dei due pozzetti stato indagato due volte negli ultimi 150 anni: della commissione guidata da Luigi Passerini (settembre 1857) e del gruppo di lavoro guidato da Pieraccini e dallantropologo Giuseppe Genna. stato proprio il ritrovamento del vasto archivio di questultimo, da parte della Lippi, a far scattare lidea di progettare e realizzare questa seconda indagine che ieri mattina in gran segreto - o quasi - ha mosso i primi passi. Dopo aver aperto i tombini, che non sono a tenuta ma lasciano filtrare laria, sono state inserite delle sondine con telecamera e cellula illuminante, s da ricavarne delle immagini per poter decidere se procedereomeno. Considerato il contenuto dei tombini, stato deciso di andare avanti e allinizio della prossima settimana i vari attori di questa nuova impresa si ritroveranno per stabilire i termini di una convenzione che dovr essere firmata. Chiariamo subito che questa indagine non ha niente a che vedere con il Progetto Medici (semmai parallelo) e che le Cappelle Medicee, in quantomuseo, nonvi saranno coinvolte, perch la Sagrestia Vecchia di San Lorenzo si trova in una parte della Basilica che fuori dalla zona museale statale. Per il resto, ieri cera molta eccitazione al momento di calare le sondine nel buio secolare dei tombini violato dalla curiosit scientifica. Daltronde innegabile che su Firenze spira unvento di rinnovato interesse per le indagini paleopatologiche: dopo che lappeal intorno al Progetto Medici un po calato - lo stop delle riesumazioni gli ha fatto perdere la spettacolarit della prima ora - una decisa inversione di tendenza si avuta di recente con le riesumazioni, per scopi scientifici, di Pico della Mirandola e di Agnolo Poliziano, per non parlare della volont del professor Galluzzi di riesumare Galileo Galilei e quella del professor Mallegni di far tornare alla luce i resti di Leonardo da Vinci.



news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news