LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PUGLIA - Lama Balice, palazzi in regola Accolto il ricorso dei costruttori.
MARA CHIARELLI
09 marzo 20098, LA REPUBBLICA - Bari



I giudici sostengono la validit delle perizie presentate e criticano il primo giudizio

Il Riesame ordina il dissequestro: "Il gip ha sbagliato"



"Non c il potere di sindacare le conclusioni espletate dai periti"
Lottizzazione avanti al quartiere San Paolo, dove gli appartamenti sono stati venduti


Torna libera Lama Balice. La lottizzazione al quartiere San Paolo, dove molti baresi avevano gi acquistato un appartamento e a lungo bloccata dalla magistratura perch ritenuta abusiva, stata dissequestrata dai giudici del riesame di Bari. Con un provvedimento di 15 pagine, i magistrati bacchettano loperato della collega Jolanda Carrieri (il gip che aveva detto "no" al dissequestro) e sciolgono ogni riserva sulla legittimit delloperato di Vele al vento, la societ che ha costruito i due palazzi.
I manufatti, spiegano in sostanza i giudici, non sono troppo vicini alla lama sottoposta a vincolo paesaggistico e quindi rispettano le prescrizioni del cosiddetto "Galassino sulle lame della provincia di Bari", il decreto ministeriale dell84 che vieta di costruire nella fascia di 150 metri dal bene sottoposto a vincolo. Una realt gi descritta dai periti nominati dal gup Lovecchio con un incidente probatorio e poi dal gip Carrieri sconfessati perch per la loro consulenza non avevano utilizzato una cartografia ufficiale.
Su questo, il riesame (relatore Gianluca Anglana) ha censurato il giudice di primo grado: Il gip, in assenza di vizi macroscopici e obiettivi dellaccertamento peritale - si legge nel provvedimento - non ha il potere di sindacare, addirittura cassandone le conclusioni, lindagine tecnica espletata dai periti. N tantomeno, la facolt di conferire maggiore portata sotto il profilo indiziario ad un atto investigativo, di fatto superato da quello istruttorio, come le consulenze depositate dagli esperti nominati dalla procura e gi valutate ai fini del sequestro.
Una volta sistemato questaspetto della questione, i magistrati di secondo grado si dedicano allipotesi di violazione del vincolo paesaggistico. E partono proprio dal problema delle cartografie, sollevato dinanzi al gip dai pm Francesca Romana Pirrelli e Roberto Rossi. Per i due sostituti procuratori, quella utilizzata dai periti e chiesta al Comune di Bari non avrebbe avuto stesso valore ufficiale di quella del catasto.
Proprio recependo le obiezioni dellaccusa, il gip Carrieri aveva respinto la perizia dei tecnici e detto no al dissequestro. In effetti - contraddicono i magistrati del riesame - fra le cartografie utilizzate nel corso dellincidente probatorio non risultano significative differenze. E, quindi, in esito allincidente probatorio - scrivono ancora - il vincolo fissato dal cosiddetto Galassino risultava rispettato dallintervento edilizio in sequestro.
Un capitolo dedicato ad unansa, posta sul lato sinistro di Lama Balice e sottoposta a vincolo. Unansa che, aveva evidenziato il professor Paolo Avarello (lurbanista romano nominato dal gup Lovecchio), non compariva in alcuna perimetrazione n tantomeno nelle varie cartografie utilizzate. In realt, aveva poi stabilito il perito geologo, si trattava di "un fosso impluvio privo di continuit idraulica con la lama, un distinto microbacino caratterizzato da una propria linea di impluvio, proprie sponde e propri cigli".
Una conclusione che i giudici del riesame fanno propria: Ci porta ragionevolmente ad escludere - si legge - che il microbacino possa essere definito corso dacqua e, conseguentemente, in assenza di una sua iscrizione negli elenchi delle acque pubbliche, appare pacifica la sua irrilevanza sotto il profilo del vincolo paesaggistico.
E mentre i pm Rossi e Pirrelli attendono di leggere il provvedimento per decidere se ricorrere in Cassazione, sono soddisfatti gli acquirenti degli appartamenti: La casa, questo vogliamo, dicono. Per lavvocato Michele Laforgia, legale dei costruttori Giovanni e Filippo Simone e autore (assieme al collega Raffaele Padrone) del ricorso al riesame, un ottimo risultato: Il tribunale ha riconosciuto in modo inequivoco la legittimit dellintervento edilizio - dice - confermando le conclusioni rassegnate dai periti nellincidente probatorio. Siamo soddisfatti per i costruttori, ma anche per le centinaia di cittadini che hanno temuto di perdere la propria casa e attendevano da mesi questa decisione. Senza dimenticare che con il dissequestro potranno essere ultimate anche le corpose opere pubbliche previste dal programma di riqualificazione urbana, a vantaggio di tutta la collettivit.
Si associa Francesco Paolo Sisto, legale di Vito Vasile, presidente di Vele al vento: La legittimit del procedimento amministrativo lasciava ben sperare sullesito del provvedimento del tribunale - dichiara - In tutti i casi la scelta dei giudici rassicura il cittadino e Vito Vasile sulla coincidenza fra trasparenza, buona fede e riconoscimento dei propri diritti, come del resto gi evidenziato dalla perizia in incidente probatorio.



news

16-04-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 aprile 2019

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

Archivio news