LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A Pompei la lobby vale un tesoro
Claudio Pappaianni
LEspresso 13/3/2008

Manager, custodi, ambulanti. La politica controlla la gestione del sito. E la nomina dell'ultimo direttore decisa da Rutelli finisce nell'inchiesta della Procura

Una mostra itinerante sugli Scavi di Pompei stata inserita tra le dieci pi belle al mondo dal "Times". E anche il numero di visitatori dell'area archeologica nei primi due mesi del 2008 incoraggiante. Nonostante tutto. Nonostante l'emergenza rifiuti e i problemi cronici, dalle proteste dei venditori ambulanti a quelle dei custodi. Per non parlare dei direttori amministrativi, discusso snodo della riforma che ha fatto di Pompei una soprintendenza autonoma e imposto un manager di nomina ministeriale. Immensi tesori archeologici finiscono in pasto a piccoli giochi politici. L'ultima nomina del manager, per esempio, descritta negli atti di un'inchiesta della Procura di Napoli. Le persone intercettate ne parlano come una mossa che serviva a galvanizzare gli amici in vista delle primarie del Pd. Cos Donato Mosella, deputato della Margherita, a fine settembre si affretta a comunicare la notizia non appena il ministro Rutelli, di cui stato capo della segreteria politica, firma il provvedimento. Al telefono con Mosella, appena ricandidato dal Pd alla Camera, c'era Roberto Conte, il consigliere regionale campano arrestato nei giorni scorsi per corruzione, che aveva sponsorizzato per settimane il nome di Antonio De Simone, archeologo ma senza esperienze amministrative. Non solo una questione di politica e di poltrone da spartire, in ballo secondo gli investigatori ci sono grandi interessi. A chiedere a Conte la poltrona di manager per De Simone era stato Antonio Buglione, uno che sposta molti voti. Imprenditori assopigliatutto nel campo della sicurezza privata, assolti cinque anni fa dall'accusa di camorra, due dei tre fratelli Buglione sono finiti agli arresti domiciliari con Conte nell'ultima indagine sul consiglio regionale campano. Buglione chiedeva il posto da direttore amministrativo per quel suo amicone, persona per bene. Non c' da stare tranquilli, dichiara a "L'espresso" Pietro Giovanni Guzzo, da 13 anni soprintendente di Pompei: Non mi sembra nemmeno una bella cosa che certe persone avessero, direttamente o indirettamente, udienza ministeriale su questi temi delicati.
Il professore sostenuto da Conte e Buglione per non ha conquistato l'ufficio: la Corte dei conti ha bocciato la nomina decisa da Rutelli, ritenendo che prima andasse completata la riforma della struttura e la ridefinizione del ruolo del manager. Anche questa figura, a leggere le cronache pompeiane, pi che aumentare la managerialit della gestione sembra essersi trasformata in uno strumento di controllo politico. Nel segno dello spoil system. L'ultimo a ricoprire la carica era stato Luigi Crimaco, messo l dall'allora viceministro di Forza Italia Antonio Martusciello. Il precedente incarico prima di arrivare al vertice del giacimento archeologico pi grande del mondo? La direzione del museo di Mondragone (Caserta), terra dell'ex ministro Mario Landolfi (An). Crimaco entra subito in rotta di collisione con il soprintendente Guzzo. Lo scontro arriva a fine 2006, quando il manager vuole assegnare senza gara un incarico ricco e importante: l'apertura al pubblico di dieci siti appena restaurati, un contratto che vale 40 assunzioni. Guzzo pretende una gara di appalto e presenta le dimissioni, poi ritirate, bloccando l'operazione. Pompei stato un grande serbatoio clientelare e il risultato sotto gli occhi di tutti, dice Marco Di Lello, fino a tre settimane fa assessore regionale alla Cultura. Intorno alla citt romana sono nate delle vere lobby. Gli ambulanti hanno fermato per anni la ristrutturazioni dei piazzali finanziata dalla Ue. Per non parlare dei custodi. A Pompei comandano loro da sempre, taglia corto Luigi Necco, l'ex giornalista Rai e commissario all'Azienda per il turismo fino al dicembre 2006: Nel recente passato furti e danneggiamenti sono coincisi con periodi di dissidi di natura sindacale. L, l'anarchia ha fatto sempre comodo.



news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news