LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Piazza Venezia, scavo largo 25 metri per la linea C
Paolo Brogi
Corriere della Sera Roma 8/3/2008

Opera Ritenuta strategica anche per la D
Serve per il pozzo d areazione

La soprintendenza effettua la ricognizione dei problemi emersi dagli scavi archeologici della linea C. E ammette: a piazza Venezia bisogner sfondare
Metro C, per la Stazione di Piazza Venezia - cuore di tutta la linea e struttura dichiarata strategica - iniziato il count down: un grande buco, con oltre 25 metri di diametro, verr aperto in mezzo alla piazza, unico punto in grado di ospitare la struttura portante della fermata, cio la stazione e il suo pozzo di areazione. Ma forse il buco diventer anche pi largo, 30 metri, perch considerato strategico anche per la successiva linea D.
La verit, che spazza via ipotesi alternative dimostratesi impraticabili, stata confermata ieri dal soprintendente archeologico di Roma, Angelo Bottini, durante l'illustrazione dei risultati degli scavi archeologici lungo l'asse centrale della futura metropolitana. Bottini ha rivelato di aver proposto al ministero lo spostamento della fermata in quel terreno privo sostanzialmente di grandi reperti che sta tra Vittoriano e Colonna Traiana. Insomma, la selletta gi scavata dai romani sotto Traiano, avrebbe potuto ospitare la grande opera centrale della linea. La risposta stata no. Comprometterebbe la stabilit del Vittoriano. L, dunque, sar realizzata solo una delle due uscite previste (l'altra ancora da individuare in piazza SS. Apostoli, dove a breve sar aperto il nuovo cantiere). Stazione e pozzo devono sorgere dunque in piazza. Dovremo scendere gi con le paratie e vedere che cosa c' sotto, ha spiegato Bottini. Ma poco prima Roberto Egidi, responsabile della zona per la sovrintendenza, aveva gi elencato i beni individuati: oltre le fondamenta dei palazzi seicenteschi e la vetreria medievale, ecco le strutture romane con cinque taberne, il basolato largo tre metri della via Lata, la Flaminia, i pilastri di un porticato e un piano lastricato in pietra gabina ad est.
Lo sfondamento inevitabile di questa zona centralissima di Roma antica non ha dunque alternative concrete. Bottini, facendo buon viso a cattivo gioco, l'ha presentato come occasione d'oro per la ricognizione scientifica della stratigrafia pi antica di Roma. Un'occasione di conoscenza, dunque, che si ripromette di attenuare l'incubo della distrazione. Sar possibile traslare e ricostruire a latere quanto sar levato? Per saperlo bisogna andare a vedere, hanno risposto gli archeologi.
Piazza Venezia non l'unico problema esistente. Lo sono anche altre due fermate: Chiesa Nuova, dove potrebbe riemergere il Cenotafio di Agrippa, e piazza Paoli, con grandi mura che ancora non si sa a cosa appartengano. Da quelle parti situato il santuario Tarentum, finora mai trovato.



news

23-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news