LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA. Via libera alla costruzione delle ville principesche progettate da Fuksas, gli ambientalisti ricorreranno ancora
Mauro Lissia
La Nuova Sardegna, 22 febbraio 2008

La Regione ha promosso Is Molas. Verifica per il rio Tintoni destinato ad innaffiare il nuovo campo da golf.

CAGLIARI. C’è il via libera della Regione alla costruzione delle ville principesche disegnate dalla matita di Massimiliano Fuksas e ai due lussuosi hotel della ‘Is Molas spa’, controllata dalla ‘Immsi’ di Roberto Colaninno. Mentre resta un piccolo punto interrogativo sul nuovo campo da golf ‘Gary Player’ e sui lavori idraulici che riguardano il Rio Tintoni, il corso d’acqua naturale destinato ad essere modificato per dare acqua al green e agli spazi verdi del resort da 130 milioni di euro ha già scatenato la reazione del Gruppo di Intervento giuridico e degli Amici della Terra che annunciano nuovi ricorsi: per questi interventi la Regione ha imposto la valutazione di impatto ambientale. Tecnicamente la delibera segna la conclusione della procedura di verifica sul ‘completamento della lottizzazione convenzionata Is Molas’. Di fatto stabilisce che le ville e gli hotel possono essere costruiti senza valutazione di impatto ambientale perchè «il complesso costituisce una rivisitazione con standard di qualità dal punto di vista architettonico e dell’inserimento paesaggistico-territoriale di livello superiore rispetto a precedenti iniziative già assentite e non portate a compimento». Mentre, indicate una serie di prescrizioni da rispettare rigorosamente nella fase di realizzazione delle opere, la Regione esprime qualche preoccupazione sul nuovo green che la società di Colaninno vuole mettere a disposizione dei suoi prossimi ospiti. Secondo il servizio Savi - l’ufficio che verifica le ricadute ambientali degli interventi - esistono «potenziali impatti significativi negativi, non mitigabili in sede di screening». Per questo «è necessario sottoporre gli stessi interventi a valutazione d’impatto». Il riferimento della delibera è soprattutto per il sistema idraulico del campo di golf, che prevede modifiche al Rio Tintoni e lo sfruttamento intensivo del suo apporto idrico. La Regione chiede di accertare fino a che punto sarà utilizzato il torrente e se esistano fonti di approvvigionamento alternative. Sul caso del progetto ‘Is Molas’ indaga anche la Procura della Repubblica dopo un esposto degli ecologisti e un rapporto della Guardia Forestale: il pm Andrea Massidda non ha ravvisato alcun abuso, anche perchè nulla finora è stato costruito. L’inchiesta, oggi congelata, potrebbe riaprirsi solo se la società immobiliare non dovesse rispettare a puntino le prescrizioni regionali e se - come sostiene la Forestale - il cemento interessasse anche le aree colpite in passato da alcuni incendi. Il difensore della ‘Is Molas spa’ Luigi Concas ha precisato che «le indagini sul problema degli incendi riguarderebbero in ogni caso la precedente proprietà, perchè l’acquisto della società da parte della Immsi è successivo agli eventi denunciati dagli ecologisti». Per Massimiliano Levi, dell’ufficio stampa di Immsi «il progetto ideato dall’architetto Massimiliano Fuksas caratterizzerà Is Molas come uno dei resort turistico-residenziali di più alto livello in Europa, grazie alle ricercate qualità architettoniche e paesaggistiche». Per Levi «il nuovo campo da golf richiamerà i più grandi giocatori del mondo e porterà Pula nel ristretto novero dei green di interesse internazionale». Is Molas spa - secondo l’ufficio stampa - è «orgogliosa di aver superato i controlli puntigliosi della Regione, che ha riconosciuto la qualità del progetto» e garantirà «lavoro alle imprese sarde».



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news