LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - IL CIVIS INCIAMPA SULLE BANCHINE
Daniela Corneo, intervista a Luciano Marchetti
Corriere di Bologna 06/03/2008

Intervista al soprintendente: quelle strutture addossate ai portici sono un problema serio.
Le banchine sono il problema pi serio: addossarle al portico
significa modificare una delle caratteristiche pi importanti
della citt. Parla per la prima volta il nuovo responsabile
della Direzione regionale dei Beni culturali, Luciano Marchetti.
Che, in attesa del progetto esecutivo, spiega: Al problema del
Civis non il mezzo in s, ma il fatto che causi modifiche permanenti al centro storico.
Ieri Marchetta ha incontrato l`assessore Zamboni, la dirigente
dei Lavori pubblici Bruni e il presidente di Atc Sutti. Se boc-
ciano le banchine - ha detto la Bruni - viene a cadere il senso
del Civis. Altrainformazione ha portato ai Beni culturali una
diffida: Se danno l`ok procediamo per vie legali.
arrivato a Bologna da Roma solo da qualche settimana e il segno
pi evidente che il nome sulla targhetta fuori dal suo studio
ancora quello della dirigente precedente, Maddalena Ragni.
Che, dopo aver messo la firma sulle valutazioni del progetto
del Civis che risalgono al 2006, gli ha passato il testimone
nel momento della decisione finale sul piano esecutivo, che gli
arriver (forse) fra qualche giorno.
Ma da ex numero uno della Direzione dei Beni culturali del
Lazio, Luciano Marchetti non si fa spaventare dalle polemiche
sul nuovo tram.
Marchetti, chi l`ha preceduta aveva dato un parere di massima
favorevole al progetto del Civis, pur evidenziando diverse
criticit da superare in fase.
A distanza di quasi due anni, conferma quella posizione?
Quelli che ha dato la dottoressa Ragni nel2oo6 erano solo
pareri preliminari che io oggi non posso smentire. Ma gi all`epoca erano stati chiesti elaborati grafici di dettaglio che non sono ancora stati presentati: questa amministrazione si esprime solo sui progetti esecutivi e il progetto esecutivo del Civis non ci ancora stato consegnato.
Un bel ritardo, se si pensa che l`amministrazione e Atc
contavano di aprire i cantieri in centro a giugno...
Quella una scelta dell`amministrazione comunale, dal nostro
punto di vista il ritardo non esiste, visto che non sono nemmeno
partiti.
Quando avr sotto mano il progetto esecutivo, sar lei a
decidere della vita o della morte del Civis?
Il parere del ministero dei Beni culturali vincolante.
L`unico sistema per superarlo il Consiglio dei Ministri oppure
il ricorso al Tar, se il parere reso in maniera non corretta o se le motivazioni sono palesemente errate.
E come si fa a dare un parere corretto sul Civis senza violare
il Codice Urbani che tutela i centri storici?
II Codice Urbani tutela il centro storico come ambiti, cio le
vie, le piazze, gli elementi che caratterizzano una citt: su tutte queste cose le modifiche vanno preventivamente autorizzate.
E di modifiche il passaggio del nuovo filobus ne prevede
un bel po` in centro.
Il passaggio di un mezzo di grandi dimensioni non pu essere
elemento di veto, ma io posso invece incidere su quelle che sono
le modifiche permanenti al centro storico, le strutture fisse
previste dal progetto.
Sta parlando delle banchine? Gi la dottoressa Ragni nella
sua relazione evidenzi delle criticit nella collocazione di
tali manufatti.
Le banchine sono il problema pi serio: addossarle ai portici
significa sfalsare i tradizionali rapporti spaziali, modificare
una delle caratteristiche pi importanti della citt. E poi ci sono gli attacchi dei cavi sulle facciate dei palazzi e le linee aeree.
Non tanto il Civis il problema, perch in fondo si tratta di un
autobus, ma la conservazione di certe caratteristiche fisse.
E allora anche la pavimentazione storica non andrebbe toccata.
Quello un altro problema da affrontare.
Se lei concedesse il nulla osta al progetto e in seguito si
riscontrasse un`infrazione al Codice Urbani?
Il Tar potrebbe annullare il nostro provvedimento anche a
lavori in corso. Se invece si danneggiassero i monumenti durante
la realizzazione dell`opera ne risponderebbe interamente il
Comune.




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news