LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - IL PASSATO NON E' UN'ESCA
FRANCESCO BONAMI
Corriere Fiorentino 05/03/2008

Paolo Cocchi, assessore alla cultura della Regione Toscana, non demorde: vuole spostare il David di Michelangelo dalla Galleria dell'Accademia al nuovo polo culturale che si aprir fra qualche anno alla Stazione Leopolda. In Italia ogni idea, per quanto bizzarra sia, che faccia notizia o stimoli un dibattito, motivo sufficiente perch si trovi il coraggio di diffonderla a mezzo stampa. Se poi veramente bizzara si convoca un referendum consultivo. Quando del tutto strampalata si porta in Parlamento per un voto di fiducia.
Spostare il David, secondo Cocchi, esperto dei flussi migratori dei turisti primaverili, decongestionerebbe il centro cittadino. Lo studio dei flussi turistici una ricerca essenziale per dare a Firenze una dimensione contemporanea. Ma il flusso turistico non un corso d'acqua o il traffico delle auto. Il turismo un fenomeno formato da esseri umani che si spostano non per necessit, ma per desiderio di conoscere qualcosa di pi della cultura del mondo che fatta anche di opere d'arte. Le opere d'arte danno identit ai luoghi. Rimuovere un capolavoro con la scusa di alleggerire la congestione provocata dal turismo significa distruggere l'identit di un luogo impoverendo l'esperienza di quell'essere umano chiamato spregiativamente turista. A volte la cosa inevitabile per motivi di conservazione, pensiamo allo spostamento della Madonna del Parto di Piero della Francesca dalla capella di Monterchi per preservarla in uno squallido edificio che sembra un seggio elettorale. Sicuramente pi al sicuro, certamente un'esperienza meno affascinante. Spostare il David non ha nulla a che fare con la conservazione, anzi.
La trovata conferma l'incapacit di costruire per questa citt una sua identit contemporanea senza dover ricorrere all'esca del passato. Anzich trasformare la Stazione Leopolda in luogo di eccelenza culturale autonomo si vogliono fare numeri usando la calamita David. Ma il David, l dove sta, non solo. Attorno ci sono altri capolavori, non ultimi i Prigioni dello stesso Michelangelo che nella loro forza grezza aiutano a leggere la perfezione David in maniera pi chiara, pi forte e pi emozionante. Nessuno ha mai proposto a Parigi di spostare la Gioconda in un edificio de La Dfense per ridurre le file al Louvre o rimetterla a Fontainebleau dove l'aveva il re Francesco I quando la compr da Leonardo. La Regione Toscana, anzich farsi venire certe idee, studi, oltre ai flussi turistici, i progetti contemporanei che sfiorano Firenze ma non si fermano. Invece di sprecare un euro o un'ora dell'amministrazione pubblica per discutere di una bizzarria usiamo tempo e denaro per costruire i tasselli del futuro della citt. Comunque sia, il David all'Accademia non n di destra n di sinistra mentre alla Leopolda sarebbe sicuramente una sciocchezza.



news

31-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 31 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news