LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Serino. La Forestale sequestra un complesso alberghiero
05/03/2008 IL MATTINO




Un blitz di polemiche. La Forestale sequestra un complesso alberghiero imponente ipotizzando una serie di violazioni di ordine edilizio, ambientale e amministrativo. La proprietà si difende e rilancia, sostenendo di avere tutte le autorizzazioni e preannuncia una conferenza stampa per spiegare meglio come stanno le cose. L’operazione del Comando provinciale di Avellino del Corpo forestale è scattata in località Madonnelle, nel comune di Serino, per notificare un’ordinanza del gip del tribunale di Avellino: sigilli a un’area di circa 6mila metri quadrati sulla quale sono in corso opere edilizie per la realizzazione di un complesso alberghiero di cinque piani e dalla superficie totale di circa 10mila metri quadrati «in totale difformità - recita il comunicato della Forestale a firma del comandante Gerardo Panza - del permesso di costruire e in assenza del nullaosta dell’autorità preposta al vincolo ambientale». La struttura sorge nell’area Pip di Serino, alle pendici del Monte Terminio ed è inserito nel perimetro del Parco regionale dei Monti Picentini ed è considerato dalla Comunità Europea come Sito di importanza comunitaria (Sic). Nell’area sono stati realizzati, per condurre in porto la costruzione dell’imponente struttura alberghiera, movimenti terra, taglio di alberi e opere accessorie. Dieci le persone denunciate a piede libero alla procura di Avellino, per profili che vanno dall’abusivismo edilizio in area di particolare pregio ambientale, a danneggiamento e distruzione di bellezze naturali. Il valore complessivo della struttura sarebbe di circa 20 milioni di euro. Le indagini della Procura della Repubblica di Avellino sono state coordinate dal pubblico ministero Aquilina Picciocchi. Poco dopo l’operazione di sequestro del Corpo Forestale dello Stato, l’amministratore della «G&G Srl», Tommaso Tedeschi, ha diffuso un comunicato nel quale afferma che «non risponde al vero che le strutture alberghiere sono state realizzate in assenza del permesso e in assenza di nulla osta delle autorità preposte al vincolo tanto è vero che nel decreto di sequestro si parla di difformità rispetto al permesso a costruire avuto riguardo alla realizzazione di un ulteriore piano fuori terra». Il legale rappresentante della società sottolinea, inoltre, che «negli anni 2006 e 2007 il comune di Serino ha svolto accertamenti riscontrando la conformità con gli atti d’autorizzazione» e si dice pronto a fornire alla magistratura ogni elemento, atto e autorizzazioni in possesso. La struttura fu autorizzata con una concessione edilizia dell’11 luglio 2000 a seguito di parere favorevole dell’organo comunale preposto al vincolo ambientale e autorizzazione paesistica ambientale del 17 febbraio 2000 con nulla osta del Ministero per i Beni Culturali, svincolo idrogeologico al movimento terra da parte della Comunità Montana «Serinese-Solofrana». Anche nel corso dei lavori di variante - afferma la società - sono stati resi edotti gli organi competenti.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news