LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA. Domus, mura romane e tante altre sorprese
E. Benv.
La Nazione Lucca 28/2/2008

La collocazione della nuova Cittadella Giudiziaria davyero particolare: sorge, infatti, dove un tempo si trovavano, in ordine storico, una domus romana, un insediamento longobardo fortificato e l'antico monastero di Santa Giustina. Gli scavi archeologici, eseguiti in collaborazione tra il Comune e Soprintendenza Archeologica di Firenze, hanno avuto inizio tra il 1981 e il 1982. Indagini approfondite furono quindi condotte dal 1981 al 1985, ma limitatamente a edifici di propriet pubblica; solo dal 1987, infatti, il metodo di tutela dei ministero dei Beni culturali fu esteso agli edifici di propriet privata. Gli interessanti ritrovamenti condussero a un estensivo progetto di recupero degli interrati, con una seconda stagione di scavi durati oltre un decennio.
Sotto la dir e z i o n e dell'ispettore della Soprintendenza archeologica di Firenze, dott. Giulio Ciampoltrini, gli interventi di scavo sono stati seguiti dal dottor Michelangelo Zecchini. Grazie a un attento controllo stratigrafico si infatti certi che nella zona scorresse un tempo l'antico 'Auser', prima ancora che la zona fosse abitata. La vicinanza del corso d'acqua ha indubbiamente favorito, nel 1 secolo dopo Cristo, il primo insediamento rurale romano: dagli scavi emersa infatti la struttura di una domus romana di tre vani, con resti di pavimentazione dell'epoca in cocciopesto rosso, e un cortile con un pozzo al centro, compatibile con la presenza di impianti produttivi di vario genere. Furono poi le archeologhe Elisabetta Abela e Susanna Bianchini a rinvenire qui un favoloso e ampio tratto di mura romane. Poco pi tardi il ritrovamento di un secondo insediamento rurale romano ha portato alla luce porticati, tettoie, una vasca per la raccolta e la pigiatura dell'uva e persino dei forni per la forgiatura dei metalli. La presenza di una cittadella longobarda fortificata invece testimoniata dai resti di sepolture giacenti nell'area, in cui stato possibile recuperare vari oggetti che secondo l'usanza longobarda facevano parte del corredo funebre.
Pi avanti, nel XII secolo circa, l'area edificata includeva la chiesa protoromanica e poi il monastero di Santa Giustina, comprensiva di orti e strutture di servizio, uno dei maggiori conventi cittadini, la cui ricchezza trapela a distanza di secoli dalla ricchezza di vasellame, maioliche policrome e ceramiche marmorizzate rinvenute nel corso degli scavi. A questa epoca risale anche il basamento di una torre, tutt'oggi visibile nel seminterrato di quello che fu l'ospedale Galli Tassi. L'ospedale di San Luca, eretto per volere della Corte dei Mercanti, interess successivamente la zona compresa da via San Tommaso a Via San Paolino, fronte Prato del Marchese. Tutta l'area, quindi, stata nei secoli intensamente frequentata, con usi e modalit diverse a seconda delle epoche, fino alla costruzione dell'ospedale denominato Galli Tassi, negli anni '70 dell'Ottocento, che comport la parziale demolizione di tutte le strutture precedenti, modifiche strutturali considerevoli, sia nelle dimensioni che nell'orientamento dei locali. Un luogo incredibilmente ricco di storia, dunque, che resta tale nell'atmosfera solenne delle aule, nell'ampio respiro dei corridoi, ma che ha saputo rendersi versatile e coniugare bellezza e funzionalit diventando il 'contenitore' ideale per accogliere gli importanti uffici giudiziari. Un fiore all'occhiello per la citt, che sa farsi forte del proprio passato per guardare con concretezza al futuro.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news