LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Lo storico Galasso: "Le amministrazioni locali dovrebbero riconoscere il loro fallimento"
CONCHITA SANNINO
GIOVED, 28 FEBBRAIO 2008 la repubblica - Napoli



LINTERVISTA "Serve coraggio, non vittimismo chi governa ammetta gli errori"



lo stagno Ormai affoga in uno stagno torbido anche quel poco di buono che stato realizzato in tutti questi anni
la regione Gli strombazzati segnali di novit nella giunta regionale si sono rivelati un rimedio peggiore del male



--------------------------------------------------------------------------------

Il declassamento del Forum delle culture? Sar anche riprovevole in s la decisione del ministro Francesco Rutelli, ma dobbiamo prendere atto che essa gode di una straordinaria giustificazione: ovvero, leco che il disastro rifiuti ha avuto per limmagine dellItalia nel mondo; e la conseguente messa in mora delle autorit locali da parte del governo Prodi.
Lo storico Giuseppe Galasso firma unanalisi durissima sullultima polemica che avvelena i rapporti tra Napoli e Roma. Ma proprio cogliendo lanomala del comportamento di Rutelli, Galasso esamina un clima pre-elettorale che, soprattutto a Napoli, abbonda di vittimismo. Ci che lo storico chiede, da studioso di lungo corso e anche da ex sottosegretario ai Beni culturali ed assessore repubblicano, dunque: Uno scatto di coraggio. Sia alle amministrazioni locali, che dovrebbero riconoscere un fallimento invece di sentirsi sempre pugnalate alle spalle; sia al livello nazionale del Pd, che oggi dovrebbe incidere in Campania con un segno di autentica discontinuit e cogliere loccasione della disarticolazione in corso per operare una scelta davvero innovativa delle candidature.
Professore Galasso, partiamo dallo "schiaffo" del Forum. Al di l delle inefficienze della classe politica, secondo lei il governo nazionale non fa pagare alla citt un prezzo troppo alto?
Non nego che la decisione di Rutelli, di privare il Forum delle Culture dello status di grande evento, sia singolare. Per vari motivi: per liniziale appoggio offerto con convinzione alla candidatura di Napoli, a cui seguito questo successivo e contrario provvedimento di Rutelli, in un momento in cui spiacevolmente esso diventava anche il gesto del candidato sindaco della prima citt dItalia contro il sindaco della terza citt. Infine, perch proviene dalla stessa maggioranza politica in cui si riconosce la nostra amministrazione.
Insomma, un teatrino poco edificante.
Per certi versi, s. Ma tra la prima decisione di Rutelli e il cosiddetto "schiaffo" c stata lesplosione gigantesca della crisi rifiuti, cio quella che ripresa a novembre scorso e che ha spinto finalmente il governo nazionale a capire che il problema era di fatto unemergenza nazionale. Cos si intervenuti con la nomina di De Gennaro e con una messa in mora delle autorit locali. Da allora, il discredito che ha colpito non solo Napoli, ma lItalia a causa del disastro in Campania diventato incontrollabile. Un danno della cui effettiva dimensione non abbiamo ancora contezza, credo.
Dunque la batosta del Forum era meritata?
Temo di s. Suggerirei ai nostri amministratori di non vestire i panni dei candidi traditi dai finti amici. Bisognerebbe con coraggio dire a se stessi che tale decisione comprensibile, se non giustificabile. Ma coraggio non ne vedo tanto. N a Napoli, n a Roma. A Napoli perch gli strombazzati segnali di discontinuit in giunta regionale, ad esempio, si sono rivelati un rimedio peggiore del male; e per il loro peso, a tratti persino sconcertanti. Non vedo coraggio neanche a Roma perch il rinvio del tema delle responsabilit da affrontare in sede locale si traduce, qui e ora, in un sostegno ad uno stato di fatto che richiedeva invece interventi chirurgici.
Professore, per restare al livello nazionale: lei ha scritto una lettera al leader Walter Veltroni in cui suggerisce di valorizzare alcune esperienze confluite nel Pd campano, tra cui Eugenio Mazzarella. Ha fiducia in questo processo?
Ah no, lei vuole sapere troppo. Di questo non parlo.
Ma potr dire almeno che conta sul Pd. Senn non offrirebbe un contributo nella valutazione delle candidature.
Sul Pd ho investito le mie speranze politiche di cittadino italiano, questo vero. E credo che la decisione di marciare da soli sia forte e saggia, rimpiango solo che non vi si tenga fede al cento per cento, dato laccordo con radicali e Di Pietro. Ma rimpiango soprattutto che i primi passi in Campania non siano stati dei pi felici, a causa di quel rinvio... .
Professore, da storico non crede che ci sia qualcosa da salvare nei 15 anni di amministrazione di centrosinistra a Napoli?
Non ho difficolt a riconoscere che Bassolino rese un enorme servigio a Napoli dal 94, quando nel mondo si favoleggiava sulla fortuna di avere un amministratore cos entusiasta e carismatico; non nascondo che qualcosa di buono rimane, come il grande lavoro fatto nel campo dei trasporti, della ricerca. Ma poi bisogna essere crudi e realisti: oggi i settori disamministrati dal ceto politico, attraverso un sistema di potere omnipervasivo che ha coinvolto e foraggiato ogni classe sociale, a cominciare dalla borghesia intellettuale e professionistica, sono cos danneggiati da fare affogare in uno stagno torbido anche quel poco di buono che stato realizzato.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news