LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Alto San Nazaro, il parere della soprintendenza gi arrivato.
Ilaria Noro
Mercoled 27 Febbraio 2008 BRESCIA OGGI




AREE ABBANDONATE. Alto San Nazaro, i lavori a una svolta

Ater spiega i motivi del ritardo e si prepara a costituire una cooperativa

Cordioli: Il parere della Soprintendenza gi arrivato Entro la fine del 2008 cominceremo a costuire







Si arricchisce di un nuovo colpo di scena la vicenda dellarea degradata ai piedi delle Torricelle. Lo spiega Niko Cordioli, presidente dellAter, lAzienda territoriale per ledilizia residenziale della Provincia. Secondo lAter, i lavori degli stabili di propriet della cooperativa Borgo Alto San Nazaro sono effettivamente vincolati dal parere della Soprintendenza ai beni monumentali e paesaggistici, ma per il palazzo a stecca, di propriet dellAter, il via libera gi arrivato lo scorso ottobre.
una vicenda che cominciata male ed stata condotta anche peggio durante tutti questi anni e per questo di difficile soluzione. Ma dal punto di vista prettamente costruttivo, noi potremmo iniziare i lavori domani mattina. Ora per siamo veramente ad una svolta ed entro la fine del 2008, al massimo nei primi mesi del 2009 i lavori prenderanno sicuramente il via, aggiunge Cordioli, che spiega anche le vicissitudini legali, amministrative ed economiche che hanno dilatato tanto a lungo linizio della ristrutturazione. Inizialmente, proprietaria dellimmobile era la Cooperativa Sacca, che contava 9 soci tra cui Ater. Nel 2001 Ater acquisisce la quasi totalit delle quote Sacca, che pur rimanendo una cooperativa, di fatto appartiene allazienda, che ne intestataria del capitale sociale, spiega Cordioli. Ora, tuttavia, per iniziare finalmente i lavori abbiamo bisogno di ricostruire effettivamente la cooperativa. E ciascun socio associative risulter proprietario di uno degli otto appartamenti che verranno realizzati. A questo complicato piano societario stanno lavorando i nostri legali e i tecnici gi da diversi mesi: unoperazione complessa ma necessaria. Se infatti i lavori li facessimo solo come Ater dovremmo pagare una somma rilevante al Fondo nazionale delle cooperative e non riusciremmo quindi a supportare i costi delle ristrutturazioni.
A breve, un paio di mesi, sar quindi pubblicato un bando per la vendita di parte delle quote, che potranno essere acquistate dai privati per mezzo di unasta pubblica. Siamo veramente a una svolta. Il bando sar pulito, in grado di garantire al massimo gli acquirenti. Per Ater la soluzione del problema del degrado dellAlto San Nazaro, che si protrae da ventidue anni, un obiettivo che diventato di assoluta priorit. E c anche una buona notizia c e a confermarla stato lo stesso Cordioli. Nei prossimi giorni, probabilmente gi da domani, infatti, lAter provveder a mettere nuovamente in sicurezza la zona. Questa volta murando anche gli ingressi. Un provvedimento che non era stato fatto nella prcedente bonifica di settembre e chiesto a gran voce dagli assessori allecologia Sboarina e al decentramento Padovani e dal presidente di prima circoscrizione Gelmetti, sollecitati dai residenti in rivolta per la sporcizia e le brutte frequentazioni, non era stato fatto.
Solo alle palazzine della Cooperativa era stato interdetto laccesso con calce e mattoni, mentre per laltra costruzione era sembrata sufficiente il reticolato metallico e la rete arancione. Barriere troppo poco resistenti che sono state puntualmente divelte.

Copyright 2008, Athesis S.p.A. - Tutti i diritti riservati



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news