LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lassalto a Cagliari: dopo il Poetto toccher a Tuvixeddu?
Enrico Pau
LA NUOVA SARDEGNA - 27.02.2008

Ci sono dei momenti in cui per me un albero, una casa, sono importanti come un uomo. Cos scriveva Michelangelo Antonioni nella sceneggiatura del suo film Leclisse nel 1962. Mi venuta in mente questa frase perch racconta lo stato danimo di molti cagliaritani che assistono con una certa rassegnata impotenza alla modificazione del paesaggio urbano e spirituale della citt. I luoghi hanno unanima, gli spazi urbani sono un alternarsi di memoria e di presente. Ogni albero, ogni casa hanno una loro storia, una storia che lascia una traccia profonda, portano dentro di s la memoria di chi li ha disegnati, di chi li ha costruiti, di chi li ha abitati con amore. A volte per cancellare questa memoria le ruspe ci mettono un minuto, nella polvere, dentro le macerie scompaiono i sogni, le speranze, la bellezza, le piante dei giardini, attimi di una vita, infanzie felici, pezzi di cielo che lasceranno il posto allombra dei palazzoni, sette piani dombra, a settemila euro al metro quadro. Sono fra quei cagliaritari che si struggono a guardare le immagini del passato, che ancora si emoziona a vedere nei quartieri del centro la natura che si affaccia dietro i muri sbrecciati. Ho conosciuto il Poetto con la sabbia bianca e le dune, con i casotti e i tram affollati di gente che viaggiava con lombrellone e languria. Ho conosciuto il Caffe Torino quando aveva il bancone, disegnato da Ubaldo Badas, al centro, e aveva laria di un bar che sembrava uscito da un noir di Howard Hawks. Un giorno, ero ancora piccolo, giravo per via Roma con mio nonno e mi accorsi che il Caffe Torino era scomparso, i raffinati arredi di legno portati in qualche magazzino a marcire per sempre, al loro posto lanonimo stile moderno che si e impossessato di tutti i bar cittadini. Quel giorno per la prima volta nella mia vita ho scoperto il significato della parola progresso. Nella mia citt la parola progresso ha lo stesso suono aspro delle ruspe quando buttarono gi la villa liberty di via San Benedetto per trasformarla in un anonimo condominio. Progresso significa costruire un nuovo quartiere, di lusso ovviamente, a pochi passi dalla pi importante necropoli punica del Mediterraneo, dimenticare la natura sacra, e metafisica, del luogo, per regalare alla citt, un nuovo parco ad uso e consumo delle famigliole che la domenica cercano nei parchi, spazi antropizzati, vialetti ordinati, aiuole scenografiche con la natura bene ordinata, piegata alle esigenze delluomo, come una bestia feroce del circo costretta ad esporsi alla curiosit degli spettatori. A guardare il tunnel che parte da Tuvumannu e fra poco attraverser a quattro corsie il canyon di Tuvixeddu stranamente mi sento per una volta nella vita conservatore. Ordine e progresso. Era progresso mettere la sabbia grigia dove un tempo cera la sabbia bianca? Cancellare parte della storia della citta buttando gi i casotti? Pieni comerano di memoria e di eleganza popolare. Progresso pensare alle nobili ville di Bonaria costruite da architetti come Ubaldo Badas, non come testimonianza di unarchitettura contemporanea raffinata, capace di guardare allequilibrio fra luomo e lo spazio urbano, ma come zone edificabili. Di tutto questo un giorno rimarrano solo fotografie sbiadite su cui struggersi pieni di malinconia.




news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news