LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A SANTANNA DEI LOMBARDI Il Cristo morto un capolavoro a rischio usura
Carlo Avvisati
24/02/2008 IL MATTINO





Cercasi disperatamente sponsor per iniziare al pi presto il restauro del Compianto del Cristo morto. Lopera, otto terrecotte a grandezza naturale tra le pi belle uscite dalla mano di Guido Mazzoni, artista modenese del Quattrocento, rischia di andare letteralmente in frantumi. Le figure dello scenografico gruppo, custodito nella chiesa di SantAnna dei Lombardi, sono coperte da una fitta ragnatela di crepe e fratture. Occorrer, dunque, smontarle pezzo su pezzo per poter fare una diagnosi esatta dei malanni che le affliggono. Un lavoro delicatissimo - sottolinea Flavia Petrelli, la storica dellarte della Soprintendenza ai Beni Storici e Artistici guidata da Enrico Guglielmo, a cui affidata lalta sorveglianza dei tesori della chiesa - perch lindagine dovr anche salvaguardare le caratteristiche di questa scultura emiliana i cui effetti espressionistici: le rughe, i dettagli delle vesti, del volto, dei capelli, sono elementi di eccezionale bellezza. I perni di sostegno che si trovano allinterno delle statue potrebbero infatti essere del tutto ossidati e ogni azione, anche la pi lieve, rischia di ripercuotersi pesantemente sulle gi malsicure aree di puntello. Lultimo intervento degli specialisti fu fatto negli anni Ottanta e consider appunto la sostituzione dei sostegni metallici stremati dallossidazione. Ma si dovr anche tentare di recuperare le poche tracce di colore che ancora restano sui personaggi. Perch le statue, quando vennero consegnate ai committenti, i sovrani aragonesi, erano completamente colorate. Il gruppo venne commissionato al Mazzoni qualche anno prima della consegna, avvenuta nel 1492, e sistemato nel convento dei monaci olivetani fondato nel 1411 da Gurello Origlia e dedicato, assieme allannessa cappella, alla Vergine di Monteoliveto Purificazione di Maria. Lintero complesso divenne poi la chiesa dedicata a SantAnna, allorch vi si aggiunse un corpo di fabbrica realizzato sotto la direzione di Domenico Fontana nel 1582. Che fossero dunque in maniera da avere un aspetto reale - chiarisce lesperta - emerge dallanalisi di altri gruppi prodotti modellati dallo stesso scultore per le chiese di San Giovanni Battista, a Modena, e Santa Maria della Vita, a Bologna. Di pi. Perch fosse ricordata la casa che aveva ordinato il Compianto, Mazzoni modell i volti di sovrani aragonesi in due delle otto terrecotte: nella prima a sinistra, Giuseppe dArimatea, stato individuato Alfonso dAragona; laltra, sul lato opposto a destra, Nicodemo, propone invece il volto di Ferrante. Comunque vengano recuperate le tracce di colore, tuttavia, non si riuscir a ottenere la situazione originaria. Il gruppo, durante questi cinque secoli, ha subito numerosi e poco puntuali restauri. Nel 1925, ad esempio, c il restauro di Pietro Vinchiotti, torinese, che cancella quello che resta della policromia e vernicia tutto color bronzo; rif in parte i capelli di Cristo, sostituisce il poggiolo di marmo con il travertino e muove le figure dalla posizione originaria dando un nuovo assetto al gruppo con una scena semicircolare. Le statue, oltre al Cristo e ai sovrani aragonesi, propongono, da sinistra, Maria di Cleofa, Maddalena, Madonna, Giovanni Battista e Maria Salome, avevano invece uno sviluppo laterale alla figura di Cristo. Il dato su cui ragioniamo - dice la storica - la direzione dello sguardo di ciascun personaggio che non confluisce nella deposizione. Insomma, per una corretta lettura della drammaticit della scena si dovr tentare di ricostruire anche la posizione originaria degli elementi. Il finanziamento del restauro, centomila euro, stato chiesto al Ministero ma poco probabile che la somma sia stanziata per intero. Per questo - dice la storica - per salvare uno dei pi bei gruppi di terrecotte esistenti, auspichiamo anche il sostegno dei privati.




news

11-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news